Cambia la sanità, crescono i posti letto per i casi meno gravi

Umbria

Cambia la sanità, crescono i posti letto per i casi meno gravi

20.07.2014 - 09:47

0

Stop ricoveri inappropriati, sì alla “deospedalizzazione”. Sono gli imperativi del nuovo piano sanitario, ancora sottoforma di bozza, che sarà preadottato entro l’estate per poi essere sdoganato in autunno. Nascono le cosiddette “unità complesse di cure primarie” e le “aggregazioni funzionali territoriali”. Le prime sono “forme organizzative complesse che operano in forma integrata all’interno di strutture e presidi individuati dalle Regioni, con una sede di riferimento ed eventuali altre sedi dislocate sul territorio”. Avranno carattere multiprofessionale, con l’integrazione della medicina specialistica con quella di medicina generale. Nello specifico ogni aggregazione della medicina generale e della pediatria sarà funzionalmente collegata ad una unità complessa. Le aggregazioni di medicina generale (che cancellano tutte le altre forme di ‘associazionismo’ medico), una per bacino d’utenza di non più di 30mila abitanti, rappresentano “l’insieme dei professionisti che hanno in carico il cittadino che esercita la scelta nei confronti del singolo medico”, è scritto nel piano.

Le due nuove realtà si occuperanno di fornire tutti i servizi sanitari territoriali (medicina generale, specialistica, assistenza infermieristica, attività territoriale ambulatoriale e domiciliare), erogazione della ricetta elettronica e aggiornamento cartella clinica informatizzata. L’accessibilità all’assistenza territoriale sarà garantita “per tutto l’arco della giornata per tutti i giorni della settimana”. Ci sarà continuità, su tutti i fronti, tra ospedali e servizi di territorio. Distretti e case della salute saranno organizzati in base a questi nuovi cardini. Il modello di riorganizzazione è quello sperimentato Marsciano, Castiglione del Lago e Città della Pieve. Nel gruppo di medici ci sarà anche una figura dedicata alla terapia del dolore e una unità speciale di accoglienza permanente per l’assistenza domiciliare nei casi più gravi. Per i casi meno gravi, anche per smaltire le code ai pronto soccorso, ecco il numero “116-117” per le guardie “non urgenti”. Cambia il ruolo delle farmacie: avranno parte attiva nella prevenzione e nella cura delle cronicità.

Aumentano anche i posti delle residenze protette: ad oggi in Umbria se ne contano 250, in parte arrivati dalla trasformazione dei letti degli “acuti”. Entro un biennio dovrebbero diventare 400, grazie al supporto del privato convenzionato. Novità anche sulla lungo-degenza. La Regione ha anche chiesto a tutti gli ospedali umbri, soprattutto laddove non c’è un reparto dedicato, di istituire degli spazi con posti letto post ricovero. L’ospedale di Perugia ne avrà uno a prescindere, figlio della fusione delle medicine. E’ questo un intervento mirato per ridurre l’utilizzo dei “posti letto aggiuntivi”, ossia le vergognose barelle nelle corsie.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Altro

, puntiamo a 3-4 consiglieri regionali

‘Pronto soccorso light’ sul territorio, più controllori sugli autobus, raddoppio della Pontina, un polo unico per i rifiuti. Sono alcune delle ricette illustrate in un’intervista all’Adnkronos da Mauro Antonini, candidato alla presidenza della Regione Lazio per Casapound Italia, ospite del Palazzo dell'Informazione.

 
Altro

Europa chiude debole, bene Milano

Le borse europee chiudono poco mosse l'ultima seduta della settimana, a eccezione di Milano che - complice la 'correzione' di Juncker sulla stabilità politica in Italia - recupera la flessione. Milano guadagna lo 0,93%, lo spread tra Btp e Bund si attesta a 141 punti. In territorio positivo Francoforte +0,18% e Parigi +0,15%, in flessione Londra - 0,11%. A Piazza Affari ben comprati i bancari, le ...

 
Altro

Europa chiude debole, bene Milano

Le borse europee chiudono poco mosse l'ultima seduta della settimana, a eccezione di Milano che - complice la 'correzione' di Juncker sulla stabilità politica in Italia - recupera la flessione. Milano guadagna lo 0,93%, lo spread tra Btp e Bund si attesta a 141 punti. In territorio positivo Francoforte +0,18% e Parigi +0,15%, in flessione Londra - 0,11%. A Piazza Affari ben comprati i bancari, le ...

 
Altro

M'illumino di meno, luci spente al Palazzo dell'Informazione

Luci spente sulla facciata del Palazzo dell'Informazione. Questo il segnale - alle 18.00 in punto - dell'adesione del gruppo AdnKronos a 'M'illumino di Meno', iniziativa lanciata dalla trasmissione di Radio2 'Caterpillar' per la Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili

 
I tanti universi del Fuseum

Alla scoperta dell'arte

I tanti universi del Fuseum

In mezzo al verde e alla natura di Montemalbe, bella collina di Perugia, da una casa museo s’alza il richiamo di una nuova stagione. Quella casa è l’universo dei tanti ...

23.02.2018

Ritmo e adrenalina, c'è Caparezza

In concerto

Ritmo e adrenalina, c'è Caparezza

Qualcuno si ricorderà quella notte d’inverno di quattordici anni fa. Metà gennaio del 2004, giorno più giorno meno. A Perugia c’era ancora il Norman, e il più delle volte i ...

23.02.2018

Ultimo e Moro, passaggio in Umbria

Dal palco dell'Ariston

Ultimo e Moro, passaggio in Umbria

L’eco di Sanremo 2018 si fa sentire. Con l’arrivo di due big. Mercoledì 28 febbraio alle 17.30 il centro commerciale Quasar Village di Ellera di Corciano ospiterà il ...

23.02.2018