Punti nascita, è scontro sulla chiusura di Assisi

UMBRIA

Punti nascita, è scontro sulla chiusura di Assisi

17.05.2014 - 10:23

0

Il valzer dei punti nascita è arrivato al suo giro finale. E se come assicura la governatrice con delega alla Sanità Catiuscia Marini “entro il 30 giugno la Regione dell’Umbria deve portare al ministero il dossier sulla chiusura di quello di Assisi” (160 parti l’anno), il reparto omologo del nosocomio narnese, il secondo che sarebbe dovuto sparire, non rientra più in quelli messi all’indice. Non c’è nella lista nera. Di più: già con la soppressione del reparto della città serafica l’Umbria si allineerebbe ai dettami del ministero della Sanità. E’ vero che nel nuovo ospedale di Narni-Amelia vocato alla riabilitazione non è previsto il punto nascita, ma una soppressione con accorpamento immediato al nosocomio di Terni non è più paventata né praticabile. Dovrebbe essere scongiurata anche la chiusura delle sale parto di Castiglione e Pantalla. Ma sul sacrificio di Assisi inteviene dura la presidente del consiglio comunale, Patrizia Buini: “Il punto nascita di Assisi - è scritto in una lettera in risposta ad un nostro servizio del 1 maggio - effettivamente non raggiunge la soglia dei 500 nati. Se è legittimo, tuttavia, evocare i criteri di ‘sicurezza’, quello che rimane oscuro e difficilmente comprensibile è il motivo per il quale si invochi la chiusura del solo punto nascita di Assisi quando in Umbria esistono altri 5 punti nascita ‘fuori norma’ ma che non sono in predicato di chiusura ravvicinata”. Se non si applica lo stesso metro con tutti “allora la decisione assumerebbe le sembianze di un evidente arbitrio della politica regionale”, attacca la Buini.

Servizio completo nel Corriere dell'Umbria del 17 maggio

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

Roma, (askanews) - Dalla comunità internazionale ancora una volta non è arrivato ciò che serviva davvero per garantire un futuro al popolo siriano. È la denuncia di Oxfam, all'indomani della sesta conferenza di Bruxelles sulla crisi. "Nonostante le preoccupazioni espresse dai diversi governi a Bruxelles per la crescente ondata di violenze in Siria, le dichiarazioni d'intenti non si tradurranno in ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018