L'intensa corrispondenza
tra frati e detenuti

Assisi

L'intensa corrispondenza
tra frati e detenuti

30.04.2014 - 17:09

0

Sono decine le lettere di detenuti delle carceri italiane che ogni mese arrivano al Sacro Convento di Assisi e alla rivista San Francesco. Nelle lettere - scritte a mano, mittente 'casa circondariale di... - c'e' un pò di tutto: dal racconto della propria esperienza alla richiesta di un piccolo aiuto anche per comprare una "misera dentiera", dalla voglia di ricominciare a vivere una volta fuori al desiderio di essere ascoltati, di stabilire un contatto con i frati per uscire dalla sofferenza della solitudine.
Alcune di queste lettere indirizzate ai "cari fratelli" vengono pubblicate sulla rivista San Francesco e sul sito sanfrancesco.org. "Grazie, mille volte grazie per la mia storia che avete pubblicato, non ho parole, almeno so di essere ascoltato. Di nuovo grazie a lei e al buon Dio'', scrive un detenuto del carcere di Alessandria.
"E' una corrispondenza - ha sottolineato il direttore della rivista San Francesco, padre Enzo Fortunato - che sta a cuore alla comunità francescana di Assisi. La incoraggiamo perché sappiamo che la disperazione può portare anche a gesti estremi contro se stessi, come le cronache ci ricordano spesso in questi ultimi tempi".
Dal carcere di Biella un detenuto di 55 anni vorrebbe "parlare del futuro con persone buone di cuore che mi possano comprendere e iniziare una vera corrispondenza''. E un altro: "Ho 44 anni, più di 20 li ho passati in carcere: Ho avuto il tempo per riflettere sulla mia vita e grazie a Dio ogni giorno conosco il valore della famiglia".
I detenuti possono leggere la rivista San Francesco nelle cappelle dei penitenziari, dove spesso operano dei cappellani francescani. Uno di loro, padre Ivano, cappellano nel carcere di San Gimignano, ha raccontato in un articolo, scritto proprio per la rivista, che "in generale queste persone non erano praticanti quando vivevano fuori, ma poi in carcere hanno avuto una specie di crisi che li riavvicinati a Dio. Tuttavia la maggioranza di loro preferisce vivere una religione a livello strettamente personale".
La comunità francescana di Assisi risponde a tutte le lettere che arrivano, alcune vengono anche pubblicate sulla rivista e sul sito, per stabilire un rapporto umano positivo. "Ci interessa inoltre - ha osservato padre Fortunato - che le carceri possano diventare sempre più luoghi 'vivibili' nel rispetto della dignità umana e utili per una nuova ripartenza, perché anche dopo un errore si deve avere la possibilità di ricominciare".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Segrate, spara all'ex moglie poi tenta il suicidio
Il dramma

Segrate, spara all'ex moglie poi tenta il suicidio

Tragedia a Segrate, nel Milanese, dove un uomo di 38 anni ha sparato in testa all'ex moglie, di 35 anni, dopo una lite. Poi ha cercato di uccidersi con la stessa arma. Il delitto è avvenuto in un parcheggio pubblico di via Benvenuto Cellini. I due, che si stavano separando, sono stati trasportati in condizioni gravissime in ospedale. Poco dopo alla donna è stata diagnosticata la morte cerebrale.

 
Saviano presenta a Roma il libro sulla mafia di Pietro Grasso

Saviano presenta a Roma il libro sulla mafia di Pietro Grasso

Roma, (askanews) - Un tributo alla memoria di Giovanni Falcone, un libro scritto per i ragazzi nati dopo il 1992, che spesso non sanno cosa è successo quel terribile 23 maggio lungo la strada per Capaci. Si intitola "Storia di sangue, amici e fantasmi", il libro del presidente del Senato, Pietro Grasso, presentato alla Feltrinelli di Via Appia, a Roma, con lo scrittore Roberto Saviano e Lirio ...

 
Gentiloni: contro il terrorismo l'Italia è già in prima linea

Gentiloni: contro il terrorismo l'Italia è già in prima linea

Bruxelles (askanews) - "Noi siamo impegnatissimi, soprattutto soprattutto, come sapete, lo siamo in Iraq dove, dopo gli Stati Uniti siamo il secondo Paese che contribuisce di più in termini di presenze militari". L'Italia è già in prima linea nella lotta contro il terrorismo, così il premier Paolo Gentiloni, parlando a margine del summit Nato di Bruxelles, in Belgio, ha commentato la notizia ...

 
La nonnina si lancia con il paracadute, in Cina diventa una star

La nonnina si lancia con il paracadute, in Cina diventa una star

Ha sfidato i limiti imposti dall'età buttandosi con il paracadute da un'altezza di 4mila metri. Zuo Shufen, pensionata di 70 anni, è diventata una star del web in Cina con il suo lancio in coppia con un istruttore. La nonnina, in perfetta forma subito dopo l'atterraggio, si è allenata a lungo per poter realizzare uno dei suoi sogni.

 
Sul red carpet Irina Shayk, Nicole Kidman e Kirsten Dunst

Cannes

Sul red carpet Irina Shayk, Nicole Kidman e Kirsten Dunst

Attrici e modelle in abiti super glamour hanno sfilato sul tappeto rosso di Cannes splendida come sempre, in un abito nero fasciato e trasparente, la ex di Cristiano Ronaldo, ...

25.05.2017

Faber e le donne: l'amore, il dramma e la poesia

Perugia

Faber e le donne: l'amore, il dramma e la poesia

Gli ultimi, gli emarginati, i reietti: quell’umanità che si affolla e che allo stesso tempo vive la sofferenza come unica condizione esistenziale senza alcuna possibilità di ...

23.05.2017

Svelato il mistero del volto di Giulia Farnese

La mostra ai Musei Capitolini di Roma

Pintoricchio e il mistero del volto di Giulia Farnese

Ci sono un capolavoro ritrovato, un giallo risolto e diversi personaggi principali, tutti di prima grandezza, nella storia che racconta la mostra “Pintoricchio pittore dei ...

19.05.2017