Racket delle elemosine: "Minacciati e costretti a pagare il pizzo"

Assisi

Racket delle elemosine: "Minacciati e costretti a pagare il pizzo"

31.01.2015 - 21:44

0

Sono finiti sotto inchiesta per rapina ed estorsione. Ma nel procedimento penale a loro carico aleggia la pesante ombra del racket delle elemosine, sempre più di moda soprattutto nelle grandi città del nord Italia e non solo.

Con l’accusa pronta a sostenere quella che può essere definita una vera propria “organizzazione”. Capace, sempre secondo le tesi del pubblico ministero, di “intimidire e sfruttare i mendicanti che erano soliti frequentare il piazzale della Basilica di Santa Maria degli Angeli. Con tanto di richiesta di percentuale negli incassi”.

I fatti presi in esame nel corso del processo risalgono in particolare a circa un anno fa. Quando si verificò un grave episodio. Vittima una persona con handicap, costretta alla sedia a rotelle. Che, secondo quanto riportato dal capo d’imputazione, “fu presa a calci e pugni e minacciata di morte, con i due stranieri che in concorso tra loro gli avrebbero poi strappato il marsupio contenente circa 350 euro in contanti. E non era la prima volta”.

Ma c’è di più. Molto di più. Con alcuni episodi descritti in aula che dimostrano come quella attività di mendicità e di accattonaggio era finalizzata “ad assicurarsi un vero e proprio monopolio nell’attività stessa in tutta l’area di Santa Maria degli Angeli”.

Un popolo di disperati con la mano sempre puntata soprattutto sui turisti “che venivano allontanati con violenza dal ‘posto di lavoro’ se non avessero provveduto a pagare una percentuale del riscosso”. Sempre con le solite minacce di morte e facendo leva sulla collaborazione di altri complici. Insomma, mendicanti messi all’angolo con le cattive maniere, con tanto di avvertimento finale. Continuando la ricostruzione dell’accusa, “i due sottolineavano a più riprese che la zona era sotto il loro controllo e che godevano pure della protezione delle forze dell’ordine locali, agendo sempre dietro intimidazioni e con più persone”. Nell’ultimo round dibattimentale, la difesa (rappresentata dall’avvocato Gianni Dionigi) ha cercato in tutti i modi di “allontanare l’ipotesi dell’organizzazione e quindi del racket”. Chiamando a testimoniare soggetti che in qualche modo hanno avuto a che fare con i due rumeni. A partire da una donna, che spesso si recava fuori dalla Porziuncola per racimolare qualche moneta. “Mai sono stata avvicinata dai due e mai sono stata invitata con la forza a farmi da parte”, ha riferito davanti al giudice. “E in quella piazza ci sono stata diverse volte”. Ma siamo solo alle prime battute. La lista dei testi è lunghissima. Lo scontro in aula è quindi destinato a proseguire.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Tlc, Zte: Italia strategica. Sarà nostro principale hub europeo

Tlc, Zte: Italia strategica. Sarà nostro principale hub europeo

Roma, 23 gen. (askanews) - L'Italia è centrale nella strategia di crescita in Europa per Zte, il colosso cinese delle telecomunicazioni. Lo ha detto il direttore degli affari istituzionali di Zte Italy, Alessio De Sio. "Zte a livello mondiale - ha detto De Sio - è uno dei più grandi player nel settore delle telecomunicazioni. Siamo quasi a 85 mila dipendenti nel mondo, sparsi in tutti i paesi. E' ...

 
Kenya, proteste contro stupri in ospedale e più donne al governo

Kenya, proteste contro stupri in ospedale e più donne al governo

Nairobi, (askanews) - Centinaia di dimostranti, tra cui molte attiviste femministe, hanno protestato davanti al Kenyatta National Hospital (KNH) a Nairobi per denunciare casi di presunti stupri, ma anche per attirare l'attenzione sulla scarsa rappresentatività delle donne al governo. In base alla Costituzione del 2010, le donne dovrebbero ricoprire almeno un terzo dei seggi in parlamento e un ...

 
India, Modi a Davos: globalizzazione sta perdendo il suo lustro

India, Modi a Davos: globalizzazione sta perdendo il suo lustro

Davos (askanews) - Una spettacolare Davos sepolta da una eccezionale coltre di neve ha accolto i capi di Stato e di governo e i delegati delle principali organizzazioni internazionali giunti in Svizzera per il World Economic Forum. Il primo ministro indiano Narendra Modi ha aperto la settimana di incontri che culminerà con il discorso del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump e ha ...

 
Nomadi al di là del tempo

Palaevangelisti

Nomadi al di là del tempo

Dallo scorso 9 gennaio è in rotazione nelle radio il nuovo singolo dei Nomadi “Ti porto a vivere” dal nuovo album “Nomadi dentro”, nuova produzione di una delle band più ...

23.01.2018

Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018