Se' de j'Angeli se... le radici in una mostra fotografica

Assisi

Se' de j'Angeli se... le radici in una mostra fotografica

05.12.2014 - 20:55

0

Secondo le più recenti teorie antropologiche l’identità individuale non esiste, o meglio è elemento costitutivo di una relazione di discontinuità con il passato. Il premio Nobel Amartya Sen, filosofo ed economista, analizzando la forte ondata di flussi migratori che si incrociano nel pianeta, ha coniato la definizione di identità plurale, vale a dire quella sommatoria di peculiarità che coesistono in un individuo, si amalgamano le une alle altre e provengono dai più svariati contesti culturali. Ma esiste, in compenso, un senso di appartenenza che fa leva sulla prossimità e l’inclusione degli individui nei luoghi dell’esistenza. Questo senso di appartenenza fa sì che i luoghi e le relazioni tra individui trasudino di tradizioni, usanze, tratti caratteristici di una comunità che si rispecchia e si riconosce nei vari topoi. In base a ciò è interessante scoprire quanto accaduto a Santa Maria degli Angeli su iniziativa quasi del tutto spontanea di una ragazza, Eleonora Strada, che con l’aiuto dei social network è riuscita a raggruppare intorno a sé un folto numero di persone da cui è nata la progettualità della mostra fotografica “Se' de j’Angeli se…” che sarà inaugurata sabato 6 dicembre alle 17 nelle sale del Palazzo del Capitano del Perdono.

GUARDA la gallery

Tutto è nato nel febbraio scorso quando Eleonora – ora diventata presidente dell’associazione “Se' de j’Angeli se…” - ha creato la pagina Facebook omonima sulle orme di quanto avviene in altre realtà umbre e non solo. Esistono analoghe pagine tra cui in Umbria tra le più celebri e frequentate “Se de Perugia se…”. Del tutto spontaneamente i vari utenti della pagina in Fb hanno cominciato a postare foto più o meno lontane nel tempo fino a intessere una fitta rete di relazioni, rapporti, luoghi, paesaggi in cui molti hanno riconosciuto se stessi o i propri lontani parenti, o gli amici degli amici, i personaggi del passato, le imprese sportive.

GUARDA le foto

Una miscellanea che ha contribuito a ricreare quel senso di appartenenza di cui parlavamo e che allo stesso tempo ha rinverdito ricordi e spaccati di vita più o meno recenti. Dato il successo dell’iniziativa nel maggio scorso circa duecento soci che hanno aderito al progetto, hanno dato vita all’associazione “Se de J’Angeli se…” che il primo giugno ha dato vita alla prima manifestazione: un flash mob con canti e balli in piazza all’insegna dei simbolici fazzoletti rossi e gialli, colori distintivi di Santa Maria degli Angeli. Contestualmente la pagina in Fb ha raggiunto la bella cifra di 1.700 membri. Nel frattempo la mole di testimonianze fotografiche cresceva di giorno in giorno e l’intervento fattivo di Walter Nasini ha permesso di raccoglierle e catalogarle secondo quattro temi principali: i personaggi tipici, i paesaggi, i gruppi e lo sport.

GUARDA La selezione di immagini

Un lavoro instancabile che si è prolungato per dieci mesi, ma che ha permesso infine, anche grazie all’apporto del Comune di Assisi che ha individuato la location e della Pro loco, di organizzare la mostra ricavata dalla selezione di 700 immagini in un arco di tempo che si estende dai primi del secolo scorso ai giorni nostri. Le immagini sono state lavorate, applicate su pannelli magnetici e da sabato 6 dicembre saranno in bella mostra al Palazzo del Capitano del Perdono.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bogotà, spettacolare demolizione del ministero dei trasporti

Bogotà, spettacolare demolizione del ministero dei trasporti

Bogotà (askanews) - Questo palazzo per 59 anni è stato la sede del ministero dei trasporti della Colombia, ma ormai la struttura era fatiscente, per questo le autorità locali hanno deciso di radere al suolo il vecchio edificio, nell'ambito di una vasto piano di rimodernamento delle strutture pubbliche. Domenica mattina in diretta televisiva il presidente colombiano Juan Manuel Santos ha dato il ...

 
Rio de Janeiro, sfilano i colori del Gay Pride per diritti civili

Rio de Janeiro, sfilano i colori del Gay Pride per diritti civili

Rio de Janeiro (askanews) - La gigantesca bandiera arcolbale sulla spiaggia di Copacabana è il simbolo dell'annuale parata del Gay Pride. Decine di migliaia di persone hanno celebrato nel quartiere di Rio de Janeiro l'orgoglio omosessuale. Quest'anno la manifestazione rischiava di essere sotto tono a causa della mancanza di fondi, dopo il taglio della sovvenzione da parte del comune brasiliano. ...

 
Miss Mondo 2017 è l'indiana Manushi Chhillar

Miss Mondo 2017 è l'indiana Manushi Chhillar

La nuova Miss Mondo 2017 è l' indiana Manushi Chhillar. La reginetta è stata incoronata nella finale del concorso di Sanya City, in Cina. Nata il 14 maggio 1997 nello Stato di Haryana, Chhillar succede alla portoricana Stephanie Del Valle, ed è la sesta indiana a indossare la prestigiosa corona. La neo-reginetta, studentessa di medicina, alta 1,75, ha avuto la meglio sulle altre giovani ...

 
Festa con tutte le comunità religiose

Terni Film Festival

Festa con tutte le comunità religiose

Dopo il gran finale di domenica 19 novembre, appendice del Terni Film Festival lunedì 20 novembre. L'ultima giornata della kermesse si apre alle 9 al Cityplex Politeama con ...

19.11.2017

Mamma mia! con gli Abba in italiano

Assisi

Mamma mia! con gli Abba in italiano

Al teatro Lyrick di Assisi il 21 e il 22 novembre (ore 21.15) ospiterà Mamma mia!, tra le più celebri commedie musicali degli anni 2000  con le mitiche canzoni degli Abba. A ...

18.11.2017

Assisi diventa città dei cori

Grandi festival nascono

Assisi diventa città dei cori

Al via la prima edizione di Cantico Assisi Choral Fest rassegna dedicata ai cori in programma dal 20 al 23 novembre ad Assisi. Oltre mille coristi si esibiranno per quattro ...

18.11.2017