Ciammarughi e Bovi: "Abbiamo unito la nostra musica per Sergino"

Patrizia Bovi

Assisi

Ciammarughi e Bovi: "Abbiamo unito la nostra musica per Sergino"

30.11.2014 - 12:05

0

Si conoscono sin da bimbetti ai tempi dell’asilo, una volta cresciuti sono diventati due artisti noti: Ramberto Ciammarughi, pianista compositore e Patrizia Bovi, voce dei Micrologus. Sono entrambi di Assisi eppure non si sono mai esibiti insieme perché i mondi che frequentano sembravano, apparentemente, lontani. Fino a oggi. La loro prima volta in coppia sul palcoscenico, quello del Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi, sarà con Terre, domenica 30 novembre alle 21,30 e per la grande richiesta del pubblico in replica anche lunedì, avviene in nome e nel ricordo di uno straordinario amico comune recentemente scomparso: Sergino Piazzoli. Ciammarughi spiega per tutti e due, con semplicità: “Sia io che Patrizia lo conoscevamo da anni e gli volevamo un gran bene”.
Come mai a Piazzoli non è mai venuto in mente di mettervi insieme su un palco?
Ciammarughi “In realtà già ai tempi di Broegg ci domandavano, con Adolfo e Sergino, perché non c’era mai stato un contatto tra me e i Micrologus. E ci siamo chiesti anche come e in che modo l’avremmo potuto realizzare. Ma non s’è mai concluso niente. L’idea di materializzarlo è venuta a Fulvia Angeletti. Comunque Sergino ne sarebbe stato entusiasta. E’ anche per lui che abbiamo fatto questa scelta”.
Bovi “Sergio avrebbe adorato questo concerto. Gli avevo parlato più volte della mia voglia di fare delle esperienze con altri artisti. L’ho fatto una volta con Daniele Sepe. Mi piaceva l’idea di rapportarmi con la musica di oggi però non capivo cosa avrei potuto fare con gli altri musicisti pur amando moltissimo il loro linguaggio”.
Terre come nasce?
Ciammarughi “Sono i territori, fisici, spirituali , artistici e culturali che abbiamo frequentato e da cui derivano le cose diverse che andremo a suonare e interpretare. Questa avventura unisce musica proveniente da terre e da tempi diversi. La scelta è stata fatta in base alle cose sulle quali potevamo trovare uno spazio espressivo. Nella selezione dei brani ha inciso il trovare della musica che ci consentisse uno spazio d’azione, una reinvenzione congeniale a entrambi”.
Bovi “E' un viaggio in terre lontane, nel tempo e nello spazio”.
Siete stati definiti “la strana coppia”. In effetti l’abbinamento è decisamente border line. Lei, Ciammarughi, in pratica è soprattutto un jazzista moderno, un improvvisatore, mentre Patrizia Bovi è la voce di melodie medioevali...
Ciammarughi “Ma le affrontiamo a modo nostro. Lasciamo il medioevo per un orizzonte più popolare. Lo sguardo di Patrizia è stato decisivo, oculato e intelligente”.
Bovi “Questo è un progetto molto interessante. Stavo pensando già da tempo di fare qualcosa con Ramberto. Oltre che insieme all’asilo io andavo a casa sua a lezione di pianoforte dal papà. Ma è un bene che ci siamo incontrati professionalmente molto più tardi perché siamo arrivati a questa prima volta più ‘maturi’, in modo da poter proporre una terza lingua musicale, non una somma delle nostre due”.
Potrebbe essere l’inizio di una nuova collaborazione, di un percorso insieme?
Bovi “Potrebbe esserlo perché ci divertiamo, ed è un’ottima base. Mi piacerebbe rifarlo. Il processo creativo di questo concerto è particolarmente interessante, non ci sentiamo snaturati. Ci veniamo incontro”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La destra torna al potere in Colombia: Duque nuovo presidente

La destra torna al potere in Colombia: Duque nuovo presidente

Bogotà (askanews) - L'estrema destra al potere in Colombia. Ivan Duque, candidato del Candidato del Centro democratico, è il nuovo presidente colombiano col 53,98 per cento dei voti contro il 41,8 per cento di Gustavo Petro, 58 anni, del movimento Colombia Umana, primo candidato di sinistra ad arrivare così lontano in una competizione presidenziale. Duque ha immediatamente annunciato "correzioni" ...

 
Corsa all'Anello, una settimana di eventi. Taverne già aperte
NARNI

Corsa all'Anello, una settimana di eventi. Taverne già aperte VIDEO

Il passaggio dei banditori e l’apertura delle osterie ha segnato sabato scorso l’inizio della Rivincita, seconda edizione della Corsa all’Anello di Narni che durerà fino al 23 giugno quando al San Girolamo si terrà l’attesa sfida equestre. I tre banditori a cavallo hanno fatto il giro dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria per lanciare il bando di sfida. Subito dopo hanno aperto le ...

 
Salute

Emicrania, un nuovo farmaco contro il dolore

La lotta all'emicrania vive una fase nuova, grazie a una molecola che agisce bloccando l'attività della proteina che scatena l'attacco. Il farmaco è già sul mercato americano e dopo il via libera europeo arriverà anche in Italia. Nel mondo l'emicrania è la terza patologia per prevalenza e ne soffre un miliardo di persone.

 
Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Sfilata di moda in sala Podiani

Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Il 22 giugno alle 18.30 la Galleria Nazionale dell’Umbria accoglierà in sala Podiani la sfilata di moda a chiusura dell’anno scolastico dell’IID, l'Istituto italiano di ...

15.06.2018

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

festival della canzone italiana

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

Dopo un lungo corteggiamento, Claudio Baglioni ha accettato l’incarico di direttore artistico del Festival di Sanremo nel 2019. "Sono molto contento - ha commentato il ...

14.06.2018

Il grande ritorno, tutti i nomi di punta

L'Umbria che spacca

Il grande ritorno, tutti i nomi di punta

Torna L'Umbria che spacca. Concerti in tre palchi, uno per il talk, workshops food & beverage nostrano, performance di danza moderna e street-art, tutto in pieno centro ...

13.06.2018