Ciammarughi e Bovi: "Abbiamo unito la nostra musica per Sergino"

Patrizia Bovi

Assisi

Ciammarughi e Bovi: "Abbiamo unito la nostra musica per Sergino"

30.11.2014 - 12:05

0

Si conoscono sin da bimbetti ai tempi dell’asilo, una volta cresciuti sono diventati due artisti noti: Ramberto Ciammarughi, pianista compositore e Patrizia Bovi, voce dei Micrologus. Sono entrambi di Assisi eppure non si sono mai esibiti insieme perché i mondi che frequentano sembravano, apparentemente, lontani. Fino a oggi. La loro prima volta in coppia sul palcoscenico, quello del Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi, sarà con Terre, domenica 30 novembre alle 21,30 e per la grande richiesta del pubblico in replica anche lunedì, avviene in nome e nel ricordo di uno straordinario amico comune recentemente scomparso: Sergino Piazzoli. Ciammarughi spiega per tutti e due, con semplicità: “Sia io che Patrizia lo conoscevamo da anni e gli volevamo un gran bene”.
Come mai a Piazzoli non è mai venuto in mente di mettervi insieme su un palco?
Ciammarughi “In realtà già ai tempi di Broegg ci domandavano, con Adolfo e Sergino, perché non c’era mai stato un contatto tra me e i Micrologus. E ci siamo chiesti anche come e in che modo l’avremmo potuto realizzare. Ma non s’è mai concluso niente. L’idea di materializzarlo è venuta a Fulvia Angeletti. Comunque Sergino ne sarebbe stato entusiasta. E’ anche per lui che abbiamo fatto questa scelta”.
Bovi “Sergio avrebbe adorato questo concerto. Gli avevo parlato più volte della mia voglia di fare delle esperienze con altri artisti. L’ho fatto una volta con Daniele Sepe. Mi piaceva l’idea di rapportarmi con la musica di oggi però non capivo cosa avrei potuto fare con gli altri musicisti pur amando moltissimo il loro linguaggio”.
Terre come nasce?
Ciammarughi “Sono i territori, fisici, spirituali , artistici e culturali che abbiamo frequentato e da cui derivano le cose diverse che andremo a suonare e interpretare. Questa avventura unisce musica proveniente da terre e da tempi diversi. La scelta è stata fatta in base alle cose sulle quali potevamo trovare uno spazio espressivo. Nella selezione dei brani ha inciso il trovare della musica che ci consentisse uno spazio d’azione, una reinvenzione congeniale a entrambi”.
Bovi “E' un viaggio in terre lontane, nel tempo e nello spazio”.
Siete stati definiti “la strana coppia”. In effetti l’abbinamento è decisamente border line. Lei, Ciammarughi, in pratica è soprattutto un jazzista moderno, un improvvisatore, mentre Patrizia Bovi è la voce di melodie medioevali...
Ciammarughi “Ma le affrontiamo a modo nostro. Lasciamo il medioevo per un orizzonte più popolare. Lo sguardo di Patrizia è stato decisivo, oculato e intelligente”.
Bovi “Questo è un progetto molto interessante. Stavo pensando già da tempo di fare qualcosa con Ramberto. Oltre che insieme all’asilo io andavo a casa sua a lezione di pianoforte dal papà. Ma è un bene che ci siamo incontrati professionalmente molto più tardi perché siamo arrivati a questa prima volta più ‘maturi’, in modo da poter proporre una terza lingua musicale, non una somma delle nostre due”.
Potrebbe essere l’inizio di una nuova collaborazione, di un percorso insieme?
Bovi “Potrebbe esserlo perché ci divertiamo, ed è un’ottima base. Mi piacerebbe rifarlo. Il processo creativo di questo concerto è particolarmente interessante, non ci sentiamo snaturati. Ci veniamo incontro”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Roma, (askanews) - "Da matti l'accordo con l'Iran": così il presidente statunitense dalla Casa Bianca dove riceve il francese Emmanuel Macron. Proprio l'accordo con Teheran firmato da Barack Obama assieme alla diplomazia internazionale è uno dei temi caldi dell'incontro fra Parigi e Washington: Macron aveva per missione cercava di convincere Trump a non recedere dall'accordo, perdendo anni di ...

 
Inaugurata la prima statua di donna davanti a Westminster

Inaugurata la prima statua di donna davanti a Westminster

Londra, (askanews) - Non solo le statue di Winston Churchill, di Gandhi e di Mandela davanti al parlamento britannico; c'è finalmente anche la statua di una donna, l'attivista per i diritti femminili Millicent Fawcett, svelata nel centesimo anniversario del voto alle donne. La statua realizzata dall'artista Gillian Wearing, è stata inaugurata dalla premier Theresa May accanto al sindaco di Londra ...

 
Trump-Macron in abito nero, Melanie-Brigitte sfoggiano il bianco

Trump-Macron in abito nero, Melanie-Brigitte sfoggiano il bianco

Roma, (askanews) - Il presidente americano Donald Trump ha ricevuto alla Casa Bianca il presidente francese Emmanuel Macron. I due capi di Stato, in elegante completo scuro, erano accompagnati dalle rispettive moglie, Melanie e Brigitte, entrambe in completo bianco. Melanie con anche un cappello a larghe tese.

 
Economia

Bose europee contrastate, a Milano bene il lusso

Le Borse europee chiudono contrastate, sulla scia del ribasso di Wall Street dopo che i rendimenti decennali americani hanno toccato la soglia del 3% per la prima volta da gennaio 2014. A Milano l'indice Ftse Mib segna +0,22% oltre quota 24mila punti. In progresso Londra +0,36%, deboli i listini di Francoforte -0,17% e Parigi -0,10%, dove il fermo di Vincent Bolloré per un'inchiesta su presunte ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018