Ciammarughi e Bovi: "Abbiamo unito la nostra musica per Sergino"

Patrizia Bovi

Assisi

Ciammarughi e Bovi: "Abbiamo unito la nostra musica per Sergino"

30.11.2014 - 12:05

0

Si conoscono sin da bimbetti ai tempi dell’asilo, una volta cresciuti sono diventati due artisti noti: Ramberto Ciammarughi, pianista compositore e Patrizia Bovi, voce dei Micrologus. Sono entrambi di Assisi eppure non si sono mai esibiti insieme perché i mondi che frequentano sembravano, apparentemente, lontani. Fino a oggi. La loro prima volta in coppia sul palcoscenico, quello del Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi, sarà con Terre, domenica 30 novembre alle 21,30 e per la grande richiesta del pubblico in replica anche lunedì, avviene in nome e nel ricordo di uno straordinario amico comune recentemente scomparso: Sergino Piazzoli. Ciammarughi spiega per tutti e due, con semplicità: “Sia io che Patrizia lo conoscevamo da anni e gli volevamo un gran bene”.
Come mai a Piazzoli non è mai venuto in mente di mettervi insieme su un palco?
Ciammarughi “In realtà già ai tempi di Broegg ci domandavano, con Adolfo e Sergino, perché non c’era mai stato un contatto tra me e i Micrologus. E ci siamo chiesti anche come e in che modo l’avremmo potuto realizzare. Ma non s’è mai concluso niente. L’idea di materializzarlo è venuta a Fulvia Angeletti. Comunque Sergino ne sarebbe stato entusiasta. E’ anche per lui che abbiamo fatto questa scelta”.
Bovi “Sergio avrebbe adorato questo concerto. Gli avevo parlato più volte della mia voglia di fare delle esperienze con altri artisti. L’ho fatto una volta con Daniele Sepe. Mi piaceva l’idea di rapportarmi con la musica di oggi però non capivo cosa avrei potuto fare con gli altri musicisti pur amando moltissimo il loro linguaggio”.
Terre come nasce?
Ciammarughi “Sono i territori, fisici, spirituali , artistici e culturali che abbiamo frequentato e da cui derivano le cose diverse che andremo a suonare e interpretare. Questa avventura unisce musica proveniente da terre e da tempi diversi. La scelta è stata fatta in base alle cose sulle quali potevamo trovare uno spazio espressivo. Nella selezione dei brani ha inciso il trovare della musica che ci consentisse uno spazio d’azione, una reinvenzione congeniale a entrambi”.
Bovi “E' un viaggio in terre lontane, nel tempo e nello spazio”.
Siete stati definiti “la strana coppia”. In effetti l’abbinamento è decisamente border line. Lei, Ciammarughi, in pratica è soprattutto un jazzista moderno, un improvvisatore, mentre Patrizia Bovi è la voce di melodie medioevali...
Ciammarughi “Ma le affrontiamo a modo nostro. Lasciamo il medioevo per un orizzonte più popolare. Lo sguardo di Patrizia è stato decisivo, oculato e intelligente”.
Bovi “Questo è un progetto molto interessante. Stavo pensando già da tempo di fare qualcosa con Ramberto. Oltre che insieme all’asilo io andavo a casa sua a lezione di pianoforte dal papà. Ma è un bene che ci siamo incontrati professionalmente molto più tardi perché siamo arrivati a questa prima volta più ‘maturi’, in modo da poter proporre una terza lingua musicale, non una somma delle nostre due”.
Potrebbe essere l’inizio di una nuova collaborazione, di un percorso insieme?
Bovi “Potrebbe esserlo perché ci divertiamo, ed è un’ottima base. Mi piacerebbe rifarlo. Il processo creativo di questo concerto è particolarmente interessante, non ci sentiamo snaturati. Ci veniamo incontro”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Rock around the planets, nello Spazio attraverso la musica

Rock around the planets, nello Spazio attraverso la musica

Milano (askanews) - Rock e Spazio, chitarristi e astronauti. Nell ambito della Bookcity 2017, in programma dal 16 al 19 novembre, si è svolto al museo della Scienza e della Tecnologia di Milano l'incontro "Rock Around the Planets", organizzato da Esa, Gravity, Wired e Havas Events per parlare di musica e scienza. Un viaggio tra pianeti, galassie e asteroidi attraverso i racconti di chi nello ...

 
Fallimento Italia, Crozza diventa Sacchi, Mourinho, Conte e Mancini

Fallimento Italia, Crozza diventa Sacchi, Mourinho, Conte e Mancini

Il fallimento della nazionale italiana raccontato da 4 dei migliori allenatori al mondo. Maurizio Crozza si fa in 4 e così sugli schermi di Nove in Fratelli di Crozza ecco Conte, Sacchi, Mancini e Mourinho che si confrontano sulla mancata qualificazione ai Mondiali degli azzurri. "Ho paura che tutto il calcio italiano mi sprofondi al baratto", il commento del tecnico del Chelsea. Secondo Sacchi ...

 
Paura in Argentina per un sottomarino disperso nell'Atlantico

Paura in Argentina per un sottomarino disperso nell'Atlantico

Buenos Aires (askanews) - Paura in Argentina per un sottomarino disperso nell'Atlantico. Il portavoce della Marina argentina, Enrique Balbi, ha annunciato che è stato dichiarato "lo stato di ricerca e soccorso" per il sommergibile "AraSan Juan", che viene cercato intensamente nell'Atlantico meridionale dopo che ogni tipo di comunicazione è stata persa nelle prime ore di mercoledì 15 novembre 2017....

 
Zimbabwe, manifestanti ad Harare chiedono la fine dell'era Mugabe

Zimbabwe, manifestanti ad Harare chiedono la fine dell'era Mugabe

Harare (askanews) - Migliaia di persone ad Harare, capitale dello Zimbabwe, sono scese in strada per chiedere la fine dell'era Mugabe. Una mobilitazione appoggiata dall'esercito, che ha preso il controllo del Paese e sta orchestrando un 'golpe morbido' nei confronti del presidente 93enne Robert Mugabe, al potere dal 1980. "Quando è troppo è troppo, Mugabe deve andarsene", si legge sugli ...

 
Giole Dix e le nevrosi ipocondriache di Moliere

Perugia

Gioele Dix e le nevrosi ipocondriache di Moliere

Il capolavoro di Moliere Il malato immaginario, con la raffinata regia di Andrèe Ruth Shammah, sarà al teatro Morlacchi di Perugia, da martedì 21 a giovedì al 23 novembre. ...

17.11.2017

"Sold out" per il Nobel alla sala dei Notari

Perugia

"Sold out" per il Nobel alla sala dei Notari

Grande folla ieri, venerdì 17 novembre, per la lectio magistralis del Premio Nobel per la Fisica, Barry Barish. Nel progetto del Post (Perugia officina della scienza e della ...

17.11.2017

"Io ho scoperto Monica Bellucci"

La storia

"Io ho scoperto Monica Bellucci"

“La conobbi mentre faceva l’autostop e la convinsi a diventare la mia modella". La modella in questione è Monica Bellucci e a raccontare la storia è Piero Montanucci, celebre ...

17.11.2017