Un tris per governare

Bastia

Un tris per governare

27.04.2014 - 18:04

0

Tre candidati sindaci, nove liste, centoquarantaquattro nomi. Questo l’esercito di candidati a Bastia Umbra, che tra meno di un mese andrà al voto per eleggere il prossimo sindaco fra Stefano Ansideri (centrodestra), Simona Carosati (centrosinistra) e Marcello Rosignoli (Movimento 5 stelle).

LEGGI le liste
Una competizione dagli esiti davvero imprevedibili, con tre schieramenti pronti a darsi battaglia senza esclusione di colpi e conquistare - o riconquistare - la guida del Comune per i prossimi cinque anni. Da una parte c’è il sindaco uscente, Stefano Ansideri, primo sindaco di centrodestra dopo quasi mezzo secolo di giunte “rosse”. A sostenere il primo cittadino quattro liste. In primis le due liste Bastia Popolare ("benedetta" dal movimento popolare del sindaco Claudio Ricci, candidato alla presidenza della Regione) e Ansideri sindaco, entrambe di stampo civico ma orientate verso Nuovo centrodestra e Udc, le quali includono tre dei quattro assessori uscenti e alcuni dei consiglieri di maggioranza. In appoggio ad Ansideri anche le due liste di Fratelli d’Italia e Forza Italia, a conclusione di una faticosa e affatto scontata ricomposizione tra la giunta e una frangia critica che, negli ultimi mesi, ha dato non poco filo da torcere all'amministrazione, strappando più volte il vessillo della maggioranza, ricucito alla buona per il bene della coalizione. Al grido di “riprendiamoci Bastia”, dall'altra parte il centrosinistra schiera Simona Carosati. Lei, che in caso di vittoria si farà chiamare “sindaca”, è scesa in campo per attuare una “"rivoluzione gentile” attraverso cui riunire il centrosinistra rottamando parte della vecchia dirigenza. Missione compiuta sul fronte delle liste: quattro in tutto, piene di giovani e unite anche sotto il profilo politico (Partito democratico, La sinistra per Bastia e le due civiche Cambia Passo! e Bastia per te!). Un percorso, tuttavia, non certo in discesa, che fin dall'inizio ha fatto i conti con ipotesi, più o meno consistenti, di liste alternative, espressione di un dissenso strisciante ma mai sfociato in conflitto aperto, anche qui per il bene della coalizione.
Al suo debutto, invece, il Movimento 5 stelle, che schiera una lista di sedici candidati a sostegno del candidato sindaco Marcello Rosignoli. In una campagna elettorale inevitabilmente polarizzata in un dualismo politico tra centrodestra-centrosinistra, la lista a 5 Stelle rappresenta un'incognita alla quale i cittadini guardano con curiosità e la politica con prudenza, soprattutto alla luce di un eventuale - e probabile - secondo turno. In proposito i pentastellati hanno tuttavia già escluso ogni ipotesi di accordo politico in caso di ballottaggio, in coerenza con la linea nazionale.
CANNARA Tante le incognite anche nel comune di Cannara, che pochi mesi fa, a meno di un anno dalla conclusione naturale dell’amministrazione, ha visto crollare sotto il peso delle divisioni la giunta di centrosinistra guidata dall'ex sindaco Giovanna Petrini. Il quadro, qui, è ancora più complicato e fluido, con una maggioranza di fatto disgregata e addirittura schierata in fronti contrapposti. A contendersi la guida del municipio, in uno scontro diretto all’ultimo voto, saranno quattro schieramenti per altrettanti candidati sindaci, ciascuno sostenuto da una lista civica per un totale di quaranticinque candidati consiglieri.
A contendersi la fascia di sindaco saranno in tre: Federica Trombettoni, ex assessore della giunta Petrini, sostenuta dalla lista "Valore Comune"; Fabrizio Gareggia, consigliere di opposizione nell'ormai conclusa amministrazione, sostenuto dalla lista "Insieme per Cambiare" che annovera nelle sue file anche la clamorosa presenza di Elisabetta Galletti, ex assessore della decaduta giunta Petrini; Tersilio Andreoli, candidato sindaco della lista "Dignità e futuro"; e infine Francesco Meloni, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, anche qui al debutto nell'agone politico.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Canada, in centinaia davanti al Parlamento Ottawa a fumare canne

Canada, in centinaia davanti al Parlamento Ottawa a fumare canne

Ottawa (askanews) - Il 20 aprile si è celebrato in tutto il mondo il Cannabis Day, la Giornata mondiale della canna. Ma in Canada le celebrazioni hanno avuto un sapore speciale. Il premier Justin Trudeau ha promesso in campagna elettorale la legalizzazione della marijuana a scopo ricreativo. E la legge dovrebbe essere discussa questa estate. Nell'attesa, davanti al Parlamento di Ottawa, centinaia ...

 
Kim Jong Un annuncia fine dei test nucleari Corea del Nord

Kim Jong Un annuncia fine dei test nucleari Corea del Nord

Seoul (askanews) - La Corea del Nord ha preso una decisione storica, annunciando la fine dei test nucleari e dei test con missili intercontinentali, oltre che la chiusura del suo sito per i test atomici. "A partire dal 21 aprile, la Corea del Nord interromperà i suoi test nucleari e il lancio di missili balistici intercontinentali", ha dichiarato il leader nordcoreano Kim Jong Un, che ha ...

 
Nicaragua, almeno 10 morti in proteste contro riforma pensioni

Nicaragua, almeno 10 morti in proteste contro riforma pensioni

Managua (Nicaragua), 21 apr. (askanews) - Almeno dieci persone sono state uccise in Nicaragua nelle violente manifestazioni contro la riforma delle pensioni. Lo ha annunciato la vice presidente, Rosario Murillo. "Almeno dieci persone sono morte" durante queste manifestazioni giovedì e venerdì che ha definito "scontri" organizzati da individui che cercano di "rompere la pace e l'armonia". Murillo ...

 
Spreco alimentare genera 8% delle emissioni globali di gas serra

Spreco alimentare genera 8% delle emissioni globali di gas serra

Milano (askanews) - La lotta allo spreco alimentare ha cifre impressionanti a livello mondiale. Costituisce uno dei più grandi paradossi della società contemporanea. Eppure nonostante le dimensioni, non sempre c'è consapevolezza del problema. Quello che occorre è una nuova cultura rispetto alla produzione e al consumo di cibo, a tutte le latitudini del Pianeta. E in occasione della Giornata ...

 
Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

L'intervista

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

Paolo Fresu e Giovanni Sollima, sardo il primo, siciliano l’altro. Due musicisti eclettici e virtuosi che su sollecitazione dell’Orchestra da camera di Perugia hanno ...

18.04.2018