Il vescovo ai religiosi:
"Bisogna superare
l'autoreferenzialità"

ASSISI

Il vescovo ai religiosi:
"Bisogna superare
l'autoreferenzialità"

La sollecitazione di monsignor Domenico Sorrentino rivolta ai tanti religiosi presenti alla celebrazione eucaristica presso la cattedrale di San Rufino

03.02.2014 - 13:20

0
Ricordare e rinvigorire la propria profezia, quella promessa solenne fatta davanti a Dio per diffonderne sempre più la testimonianza e per farne crescere i suoi frutti, soprattutto con il quotidiano e autentico servizio verso il prossimo. È proprio questa la sollecitazione che il vescovo monsignor Domenico Sorrentino ha rivolto ai tanti religiosi presenti alla celebrazione eucaristica presso la cattedrale di San Rufino in cui si è tenuta la festa della presentazione di Gesù al Tempio, in occasione della giornata della vita consacrata. Un cammino di fede vissuta e profonda che trova i suoi punti fondamentali nel piano pastorale della diocesi che in questo momento incontra il sinodo. Il vescovo ha spiegato come la presentazione del Signore sia un mistero della luce di Cristo che si riflette su tutta la Chiesa, soprattutto sulla vocazione delle persone consacrate. “Stiamo riuscendo a dare veramente quanto il Signore e la Chiesa si aspettano da noi? - ha chiesto monsignor Sorrentino al folto pubblico dei religiosi e delle religiose durante l'omelia - sono sollecitazioni che rispondono al grande impulso che ci ha dato papa Francesco nella sua visita del 4 ottobre e nella recente esortazione apostolica Evangelii Gaudium - e continua - essere consacrati significa essere uomini e donne della Parola di Dio. Quanto la Sacra scrittura sta al fondamento della nostra vita?”. Domande chiare, precise, piene di speranza. E ricorda la visita di Papa Francesco all’istituto Serafico, la Bibbia che si fa carne con le piaghe dei sofferenti. Ed esorta, sulla scia del Santo Padre,a vivere questa carità per le strade, tra le famiglie. Sottolinea l’importanza della scuola della parola per superare "questo momento generale di crisi della fede e dei valori. Ha parlato anche della sfida della Chiesa del futuro: superare le diffidenze e le chiusure per aprirsi agli altri e per creare una nuova familiarità. Nella vita consacrata la dimensione della vita fraterna è essenziale - ha ricordato il vescovo - il progetto pastorale sta impegnando la nostra Chiesa a far delle parrocchie centri di calda fraternità, espressa in piccole comunità ispirate all'ideale della prima comunità di Gerusalemme, e in questo”. Parole dense di significato, che hanno toccato anche il discorso del bene comune: “bisogna avere il coraggio di superare logiche di autoreferenzialità, per restare interessati alle cose del proprio ordine, congregazione e comunità, ma senza restarne intrappolati”. Poi il riferimento alla città serafica e al dono della vita “troppe vite sono gettate al macero sin dal grembo materno. Assisi, città della pace dovrebbe distinguersi ed essere anche città della vita. Lo sta facendo?”. Il momento religioso si è concluso con la benedizione del gruppo di persone che il vescovo accompagnerà in Brasile “il progetto Javarì a favore degli Indios dell'Amazzonia - ha spiegato il vescovo- si è messo accanto ai benemeriti missionari cappuccini per testimoniare anche in regioni tanto lontane l'amore di Cristo. Anche questo fa parte della profezia”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bono: con Macron abbiamo parlato della crisi dei rifugiati

Bono: con Macron abbiamo parlato della crisi dei rifugiati

Roma, (askanews) - Il leader degli U2 Bono, a capo dell'ong One, al termine dell'incontro all'Eliseo con il presidente francese Emmanuel Macron davanti ai giornalisti ha dichiarato quanto segue: "Buonsera, non è stato davvero un colloquio, più una conversazione, non ho avuto molte conversazioni di questo tipo finora - ha esordito, sottolineando - Il presidente (Macron) è molto aperto all'idea di ...

 
Russiagate, Kushner dopo l'audizione in Senato: non ho colluso

Russiagate, Kushner dopo l'audizione in Senato: non ho colluso

Washington (askanews) - Jared Kushner, genero e consigliere del presidente Usa Donald Trump, ha affermato di non aver avuto altri contatti con individui che fossero o potessero essere rappresentanti del governo russo, oltre a quelli già divenuti di dominio pubblico e di "non aver mai colluso" con un governo straniero.Lo ha detto parlando alla stampa alla Casa Bianca,dopo l'audizione a porte ...

 
A Breslav, in Bielorussia, la corsa con le moglie in spalla

A Breslav, in Bielorussia, la corsa con le moglie in spalla

Breslav (askanews) - A Breslav, in Bielorussia, si è svolta la tradizionale corsa dei mariti con le mogli in spalla nell'ambito del Viva festival. Quindici coppie si sono sfidate in una non facile gara su un percorso di 500 metri, tra paludi e altri ostacoli.

 
Gb, genitori di Charlie Gard abbandonano lotta per cure in Usa

Gb, genitori di Charlie Gard abbandonano lotta per cure in Usa

Londra (askanews) - "Come genitori di Charlie devoti e amorosi abbiamo deciso che non è più nell'interesse di Charlie proseguire nel trattamento e permetteremo a nostro figlio di andare tra gli angeli". È giunta all'epilogo la drammatica vicenda del piccolo Charlie Gard, il bimbo londinese affetto da una grave patologia neuro-degenerativa. I genitori hanno rinunciato alla battaglia legale per ...

 
"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Creatività in primo piano

"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Quella di venerdì 21 luglio, a Narni, è stata una notte con i musei aperti, con le prove dei vigili del fuoco, le esibizioni dei Cavalieri di Narni, le proiezioni ...

24.07.2017

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Gossip

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Qualcosa di più di semplici voci maldicenti e malpensanti. Anna Tatangelo che si posta da sola o con il figlio Andrea, Gigi D'Alessio idem. La conferma è arrivata dai diretti ...

22.07.2017

“Lo soffia il cielo”: dal monte Subasioal solco del cd

Universo Assisi

“Lo soffia il cielo”: dal monte Subasio
al solco del cd

Poi per fortuna arriva la musica. Quella che non ti aspetti e che neanche sognavi che fosse, per quanto ti sorprende. “Lo soffia il cielo”, il concerto al Subasio di ...

22.07.2017