Il vescovo ai religiosi:
"Bisogna superare
l'autoreferenzialità"

ASSISI

Il vescovo ai religiosi:
"Bisogna superare
l'autoreferenzialità"

La sollecitazione di monsignor Domenico Sorrentino rivolta ai tanti religiosi presenti alla celebrazione eucaristica presso la cattedrale di San Rufino

03.02.2014 - 13:20

0
Ricordare e rinvigorire la propria profezia, quella promessa solenne fatta davanti a Dio per diffonderne sempre più la testimonianza e per farne crescere i suoi frutti, soprattutto con il quotidiano e autentico servizio verso il prossimo. È proprio questa la sollecitazione che il vescovo monsignor Domenico Sorrentino ha rivolto ai tanti religiosi presenti alla celebrazione eucaristica presso la cattedrale di San Rufino in cui si è tenuta la festa della presentazione di Gesù al Tempio, in occasione della giornata della vita consacrata. Un cammino di fede vissuta e profonda che trova i suoi punti fondamentali nel piano pastorale della diocesi che in questo momento incontra il sinodo. Il vescovo ha spiegato come la presentazione del Signore sia un mistero della luce di Cristo che si riflette su tutta la Chiesa, soprattutto sulla vocazione delle persone consacrate. “Stiamo riuscendo a dare veramente quanto il Signore e la Chiesa si aspettano da noi? - ha chiesto monsignor Sorrentino al folto pubblico dei religiosi e delle religiose durante l'omelia - sono sollecitazioni che rispondono al grande impulso che ci ha dato papa Francesco nella sua visita del 4 ottobre e nella recente esortazione apostolica Evangelii Gaudium - e continua - essere consacrati significa essere uomini e donne della Parola di Dio. Quanto la Sacra scrittura sta al fondamento della nostra vita?”. Domande chiare, precise, piene di speranza. E ricorda la visita di Papa Francesco all’istituto Serafico, la Bibbia che si fa carne con le piaghe dei sofferenti. Ed esorta, sulla scia del Santo Padre,a vivere questa carità per le strade, tra le famiglie. Sottolinea l’importanza della scuola della parola per superare "questo momento generale di crisi della fede e dei valori. Ha parlato anche della sfida della Chiesa del futuro: superare le diffidenze e le chiusure per aprirsi agli altri e per creare una nuova familiarità. Nella vita consacrata la dimensione della vita fraterna è essenziale - ha ricordato il vescovo - il progetto pastorale sta impegnando la nostra Chiesa a far delle parrocchie centri di calda fraternità, espressa in piccole comunità ispirate all'ideale della prima comunità di Gerusalemme, e in questo”. Parole dense di significato, che hanno toccato anche il discorso del bene comune: “bisogna avere il coraggio di superare logiche di autoreferenzialità, per restare interessati alle cose del proprio ordine, congregazione e comunità, ma senza restarne intrappolati”. Poi il riferimento alla città serafica e al dono della vita “troppe vite sono gettate al macero sin dal grembo materno. Assisi, città della pace dovrebbe distinguersi ed essere anche città della vita. Lo sta facendo?”. Il momento religioso si è concluso con la benedizione del gruppo di persone che il vescovo accompagnerà in Brasile “il progetto Javarì a favore degli Indios dell'Amazzonia - ha spiegato il vescovo- si è messo accanto ai benemeriti missionari cappuccini per testimoniare anche in regioni tanto lontane l'amore di Cristo. Anche questo fa parte della profezia”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Greta Gerwig, la geniale "Ladybird" che vola verso gli Oscar

Greta Gerwig, la geniale "Ladybird" che vola verso gli Oscar

Roma (askanews) - E' attrice, sceneggiatrice, produttrice, doppiatrice e ora è la quinta donna candidata all'Oscar come regista. Greta Gerwig 34 anni, di Sacramento, è la nuova stella del cinema americano: il suo primo film, "Ladybird", che arriverà nei cinema italiani il primo marzo, è candidato all'Oscar anche come miglior film, miglior sceneggiatura originale, e per le interpreti, la ...

 
Morto Hugh Masekela, trombettista leggenda del jazz sudafricano

Morto Hugh Masekela, trombettista leggenda del jazz sudafricano

Johannesburg, (askanews) - Hugh Masekela, trombettista, cantante e leggenda del jazz sudafricano, è morto a 78 anni: lo ha annunciato la sua famiglia, scatenando un'ondata di tributi alla sua musica, alla sua lunga carriera e al suo attivismo anti-apartheid. "Dopo una lunga e coraggiosa battaglia contro il cancro alla prostata, è morto pacificamente a Johannesburg, in Sudafrica", ha annunciato la ...

 
Passeggiata spaziale sull'Iss per riparare il braccio robotico

Passeggiata spaziale sull'Iss per riparare il braccio robotico

Houston (askanews) - Passeggiata spaziale di oltre 5 ore sulla Stazione spaziale internazionale per riparare il braccio robotico canadese Canadarm 2 che consente, tra le altre cose, di catturare le navette cargo in arrivo e agganciarle alla base orbitante. I due astronauti della Nasa, Mark Vande Hei e Scott Tingle sono rimasti fuori dalla Iss dalle 7.30 alle 12.49 (ora italiana) per sostituire ...

 
Oscar, 13 nomination per The shape of water di Guillermo del Toro

Oscar, 13 nomination per The shape of water di Guillermo del Toro

Los Angeles, (askanews) - Guillermo Del Toro fa il pieno di nomination, ben tredici, nella corsa agli Oscar. Il film del regista messicano "Shape of Water - La forma dell'acqua", già vincitore di due Golden Globe per la musica e la regia, per una sola candidatura non raggiunge il record di "La La Land", "Titanic" ed "Eva contro Eva" con 14 nomination. Otto nomination vanno a "Dunkirk" di ...

 
Nomadi al di là del tempo

Palaevangelisti

Nomadi al di là del tempo

Dallo scorso 9 gennaio è in rotazione nelle radio il nuovo singolo dei Nomadi “Ti porto a vivere” dal nuovo album “Nomadi dentro”, nuova produzione di una delle band più ...

23.01.2018

Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018