Assisi, strade di montagna come groviere. Padre Giuseppe: "Troppi disagi e pericoli"

Assisi, strade di montagna come groviere. Padre Giuseppe: "Troppi disagi e pericoli"

"La gente non ne può più è stanca di pagare le tasse come gli altri cittadini e non avere nemmeno la sicurezza di una strada percorribile. E io sono con loro e sono pronto a organizzare tutte le iniziative possibili"

25.08.2013 - 17:45

0

Strade come groviere. Ad Assisi a lanciare un grido d’allarme, è direttamente il parroco della zona montana delle parrocchie di Santa Maria di Lignano-Costa di Trex e Sant’Anna-Porziano, padre Giuseppe Egizio che dichiara “troppi disagi e pericoli per i miei compaesani a causa del pessimo stato delle strade di montagna e nonostante le sollecitazioni e la raccolta firme nessuno sembra interessarsene”. Padre Giuseppe nella sua continua e costante azione pastorale, si sposta in tutta la vasta zona sopra Assisi dove lo stato di degrado di alcuni tratti viari sta diventando davvero preoccupante.

Raccolte circa 800 firme I cittadini hanno preso carta e penna e raccolto circa 800 firme per chiedere alle istituzioni la sistemazione della ex statale 444 Assisi-Gualdo Tadino che in diversi tratti è divenuta difficilmente percorribile e molto pericolosa. “La gente non ne può più – dichiara il parroco - è stanca di pagare le tasse come gli altri cittadini e non avere nemmeno la sicurezza di una strada percorribile. E io sono con loro e sono pronto a organizzare tutte le iniziative possibili, anche incontri con le autorità dei vari livelli (comunale, provinciale e regionale) per cercare di risolvere la problematica e far conoscere la situazione di disagio che si sta vivendo da queste parti”.

Strade in pessime condizioni “Abbiamo inviato la petizione agli assessori competenti di Regione e Provincia – continua padre Giuseppe – perché intervengano quanto prima su questa strada molto transitata dove da anni non è più stato fatto alcun miglioramento della carreggiata. Ugualmente ci sono strade vicinali e comunali che versano in condizioni pessime; mi rendo conto che le risorse sono limitate – sottolinea – ma non è giusto che chi vive in montagna e decide di rimanervi, di valorizzarla e farla conoscere aprendo anche attività turistiche e commerciali non debba avere quei servizi minimi che spettano ad ogni cittadino. Sappiamo benissimo che vivere in periferia e fuori città ha i suoi lati positivi ma anche tanti limiti dal punto di vista dei servizi ma almeno le strade, anche per questioni di sicurezza, dovrebbero essere mantenute meglio da parte delle istituzioni competenti”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Svizzera, aggressione con un motosega nel centro di Shaffhausen

Svizzera, aggressione con un motosega nel centro di Shaffhausen

Shaffhausen (askanews) - Paura in Svizzera; un uomo ha aggredito con una motosega alcune persone nel centro di Shaffhausen, nel Nord del Paese al confine con la Germania. Cinque i feriti, di cui 2 in gravi condizioni. L'aggressione è avvenuta nei locali di una filiale della compagnia assicurativa Css e una portavoce della società ha precisato che due dipendenti sono tra i feriti. La polizia ha ...

 
"Despacito" in salsa Maduro, nuova versione della hit latina

"Despacito" in salsa Maduro, nuova versione della hit latina

Caracas (askanews) - Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha lanciato la sua versione della hit latina del 2017 "Despacito", brano dei cantanti portoricani Luis Fonsi e Daddy Yankee, per promuovere le controverse elezioni per l'assemblea costituente. E così le parole della tormentone latino diventano: "La Costituente va avanti. Ehi caro fratello a cui sto cantando, ho un grande messaggio per ...

 
Russiagate, la difesa di Kushner: Nessuna collusione con Mosca

Russiagate, la difesa di Kushner: Nessuna collusione con Mosca

Roma, (askanews) - Jared Kushner, genero e consigliere del presidente Donald Trump, ha affermato di non aver avuto altri contatti con individui che fossero o potessero essere rappresentanti del governo russo, oltre a quelli già divenuti di dominio pubblico, e di non aver mai colluso con un governo straniero. L'affermazione è contenuta nella dichiarazione iniziale che ha diffuso prima di ...

 
Svizzera, ferisce cinque persone con la motosega e si dà alla fuga
Il dramma

Svizzera, ferisce cinque persone con la motosega e si dà alla fuga

Non è un attacco terroristico l'aggressione avvenuta a Schaffhausen, in Svizzera. Lo ha fatto sapere la polizia locale. L'assalitore è stato identificato ed è ora ricercato. Cinque persone sono rimaste ferite, di cui due gravemente. La polizia ha anche confermato, hanno riferito i media, che l'assalitore ha usato una motosega.

 
"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Creatività in primo piano

"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Quella di venerdì 21 luglio, a Narni, è stata una notte con i musei aperti, con le prove dei vigili del fuoco, le esibizioni dei Cavalieri di Narni, le proiezioni ...

24.07.2017

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Gossip

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Qualcosa di più di semplici voci maldicenti e malpensanti. Anna Tatangelo che si posta da sola o con il figlio Andrea, Gigi D'Alessio idem. La conferma è arrivata dai diretti ...

22.07.2017

“Lo soffia il cielo”: dal monte Subasioal solco del cd

Universo Assisi

“Lo soffia il cielo”: dal monte Subasio
al solco del cd

Poi per fortuna arriva la musica. Quella che non ti aspetti e che neanche sognavi che fosse, per quanto ti sorprende. “Lo soffia il cielo”, il concerto al Subasio di ...

22.07.2017