“Siamo stati dimenticati dal Comune”. Sede della Pro loco chiusa per protesta

“Siamo stati dimenticati dal Comune”. Sede della Pro loco chiusa per protesta

Dura protesta dell’associazione di Torchiagina, che non apre per la riunione sulla differenziata

19.05.2013 - 16:46

0

Consiglieri del Nuovo polo per Assisi sul piede di guerra contro l’amministrazione comunale. La capogruppo Simonetta Maccabei, nel ruolo di presidente della Proloco di Torchiagina, nei giorni scorsi non ha aperto la sede dell’associazione per protesta contro la “noncuranza” della giunta Ricci sul progetto per la copertura della pista polivalente, da adibire anche a luogo aggregativo, per la sede Pro loco di Torchiagina.
“Passano gli anni (era il 2009) e il progetto prende il sapore della beffa”, la denuncia di Maccabei, secondo cui dopo molti annunci rassicuranti in materia (ma nessuna risposta concreta) “nei mesi scorsi ci è stato prospettato un altro progetto, mai approvato dai cittadini. Francamente, non si capisce pertanto dove si voglia andare a parare, chi è il responsabile di questo dietrofront, ed eventualmente per conto di chi. I cittadini sono veramente amareggiati, anche visto che ci sono finanziamenti pronti da parte del comune per 120mila euro, più 30milaeuro quale compartecipazione della Pro loco. E’ per questi motivi che nei giorni scorsi la Proloco, che doveva aprire per l’incontro sulla differenziata, è rimasta chiusa: un atto formale di protesta per far conoscere lo sconcerto e il disappunto per tanti inspiegabili ritardi”.
Proteste anche dal consigliere Emidio Fioroni, che non usa mezzi termini per denunciare una situazione a suo dire non più tollerabile. “Un territorio ridotto in pessime condizioni, tra strade dissestate e piene di buche, invase da terriccio e completamente in stato di abbandono. Scarpate, cunette e sponde dei fossi limitrofi alle strade pieni di erbe infestanti, segnaletica stradale inefficiente e pericolosa, segnali divelti o riversi a terra, strisce pedonali e segnaletica orizzontale pressoché invisibile, specialmente nelle frazioni; vicoli sporchi e pieni di erbe infestanti nel pieno centro storico di Assisi. Rimane poi ancora da capire il futuro dei servizi igienici pubblici della piazza di Santa Maria degli Angeli oggetto di ristrutturazione, ma chiusi da un reticolato”.

A cura di Flavia Pagliochini

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Vacanze e traffico: sabato 5 agosto bollino nero dell'estate

Vacanze e traffico: sabato 5 agosto bollino nero dell'estate

Roma, (askanews) - Vacanze e traffico: al via il piano dei servizi per l'esodo estivo 2017 messo a punto da Viabilità Italia. Il bollino nero contrassegna l'intera giornata di sabato 5 agosto, giornata in cui è prevista la più alta concentrazione delle partenze, ma tutti i weekend, a partire dall'ultimo fine settimana di luglio, sono a bollino rosso. La maggiore concentrazione di traffico per i ...

 
Brasile, in migliaia in piazza per manifestare a favore di Lula

Brasile, in migliaia in piazza per manifestare a favore di Lula

Rio de Janeiro (askanews) - Migliaia di cittadini brasiliani sono scesi in piazza a Rio de Janeiro per manifestare in favore dell'ex presidente Inazio Lula, condannato in primo grado, il 13 luglio 2017, a 9 anni e mezzo di reclusione con l'accusa di corruzione. Secondo l'accusa Lula, presidente per 2 mandati, dal 2003 al 2011, avrebbe ricevuto un appartamento da un'azienda in cambio di favori per ...

 
Poste: risparmio e territorio, pilastri dell'economia italiana

Poste: risparmio e territorio, pilastri dell'economia italiana

Arpino, (askanews) - Il risparmio postale affonda le sue radici nel territorio italiano. I libretti di risparmio postali sono una tradizione: nati 142 anni fa, sono ora oltre 30 milioni, per un ammontare complessivo dei depositi di 323 miliardi di euro, di cui circa 204 miliardi di euro in Buoni Fruttiferi e circa 119 miliardi di euro depositati sui Libretti di Risparmio. Punto di forza delle ...

 
Venezuela, scontri durante lo sciopero generale: due morti

Venezuela, scontri durante lo sciopero generale: due morti

Caracas (askanews) - Due persone sono morte in Venezuela nei nuovi scontri scoppiati giovedì 20 luglio 2017 durante lo sciopero generale proclamato dall'opposizione contro il progetto di Costituente del controverso presidente, Nicolas Maduro. Stando a quanto riferito dalle autorità locali, un 24enne è deceduto in un quartiere alle porte della capitale Caracas, dove altre tre persone sono rimaste ...

 
Premio a Isabelle Adriani

Taormina

Premio a Isabelle Adriani

Prestigioso riconoscimento per l’attrice perugina Isabelle Adriani, nome d’arte di Federica Federici, che sabato 22 luglio al Teatro romano di Taormina verrà premiata come ...

20.07.2017

Il concerto Ciammarughi-Dj Ralf

Universo Assisi

Il concerto Ciammarughi-Dj Ralf

20.07.2017

E alla fine vinse la musica

Il concerto di Dj Ralph e Ramberto Ciammarughi

E alla fine vinse la musica

Alla fine il tanto atteso e discusso concerto sul Monte Subasio c'è stato. Non più al Mortaro, considerati i limiti di decibel troppo bassi per le esigenze dei musicisti, ma ...

20.07.2017