L’adrenalina dei Negrita arriva al Lyrick unplugged

L’adrenalina dei Negrita arriva al Lyrick unplugged

Domani a Santa Maria degli Angeli la band aretina. Per la prima volta in vent’anni di carriera propone un tour strumentale

24.02.2013 - 17:45

0

I Negrita sono in viaggio verso Montecatini, in macchina. Enrico Salvi, l’uomo con la chitarra che si fa chiamare Drigo, risponde al cellulare mentre Pau, che forse sta guidando o forse no, sbadiglia rumorosamente vicino a lui. E’ un venerdì pomeriggio di pioggia, e tra qualche ora la band aretina suonerà al “Teatro Verdi” per la sesta tappa del suo primo tour unplugged in oltre vent’anni di carriera. Poi verrà Grosseto, poi,domani,verrà il Lyrick di Santa Maria degli Angeli. Casa è sempre a due passi, in questi giorni, così i ragazzi potranno votare senza problemi. “E’ importante - dice Drigo - stavolta più che mai”.
Quanto al concerto, aspettiamoci sonorità che coi Negrita non hanno mai avuto molto a che fare. “Dopo la fine del tour estivo dello scorso anno e la pubblicazione di Negrita Live, il disco che lo aveva documentato - spiega lui – pensavamo di metterci a lavorare su nuove canzoni. Poi la nostra agenzia c’ha proposto di fare un tour acustico. Evidentemente avevano intuito che la gente aveva ancora voglia di sentirci dal vivo. L’idea c’è piaciuta molto, e abbiamo subito detto di sì”.

Come avete scelto il tipo di arrangiamento?

“Beh, l’unplugged è un genere a sé, a cui bisogna approcciarsi in maniera totalmente nuova rispetto al solito. Noi abbiamo riascoltato con attenzione quelli che ci erano piaciuti di più tra gli Mtv Unplugged: Nirvana, Eric Clapton e Neil Young. I Nirvana, per esempio, avevano usato parecchio il violoncello, uno strumento che in effetti sa cantare. Così abbiamo coinvolto Ghando (Guglielmo Ridolfo Gagliano, ndr), un polistrumentista di Arezzo che aveva già collaborato con noi in passato, e lo abbiamo arruolato per il tour”.

Chi ha curato l’arrangiamento? Avete fatto da soli o vi siete rivolti a qualcuno?

“Fortunatamente abbiamo cominciato a lavorare al progetto con sufficiente anticipo. Prima, per poco più di un mese, io, Pau e Cesare (‘Mac’ Petricich, l’altro chitarrista, ndr) ci siamo seduti a un tavolo per mettere a punto le canzoni. Poi è arrivato il resto della band e abbiamo perfezionato il materiale tutti insieme. In un’epoca in cui i dischi si registrano a strati, senza il bisogno che i musicisti suonino insieme praticamente mai, è stata una cosa molto bella. Non lo facevamo più da parecchio”.

Il pubblico come ha reagito, in queste prime serate?

“Bene. Il concerto alla Sala Santa Cecilia dell’Auditorium di Roma. Ebbene, è stato grandioso. In sala c’erano un entusiasmo e un’adrenalina che immagino ci fossero stati raramente. Non perché eravamo noi, ma perché si faceva rock and roll”.
E il materiale a cui avevate cominciato a pensare prima dell'idea del tour acustico? “Adesso in realtà siamo completamente immersi in queste nuove sonorità. Abbiamo preparato una trentina di vecchi pezzi, alcuni dei quali hanno rivelato delle qualità per certi versi inattese. Così stiamo ragionando sulla possibilità di testimoniare quest’esperienza con una registrazione dal vivo o in studio”.

A cura di Giovanni Dozzini

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Altro

, puntiamo a 3-4 consiglieri regionali

‘Pronto soccorso light’ sul territorio, più controllori sugli autobus, raddoppio della Pontina, un polo unico per i rifiuti. Sono alcune delle ricette illustrate in un’intervista all’Adnkronos da Mauro Antonini, candidato alla presidenza della Regione Lazio per Casapound Italia, ospite del Palazzo dell'Informazione.

 
Altro

Europa chiude debole, bene Milano

Le borse europee chiudono poco mosse l'ultima seduta della settimana, a eccezione di Milano che - complice la 'correzione' di Juncker sulla stabilità politica in Italia - recupera la flessione. Milano guadagna lo 0,93%, lo spread tra Btp e Bund si attesta a 141 punti. In territorio positivo Francoforte +0,18% e Parigi +0,15%, in flessione Londra - 0,11%. A Piazza Affari ben comprati i bancari, le ...

 
Altro

Europa chiude debole, bene Milano

Le borse europee chiudono poco mosse l'ultima seduta della settimana, a eccezione di Milano che - complice la 'correzione' di Juncker sulla stabilità politica in Italia - recupera la flessione. Milano guadagna lo 0,93%, lo spread tra Btp e Bund si attesta a 141 punti. In territorio positivo Francoforte +0,18% e Parigi +0,15%, in flessione Londra - 0,11%. A Piazza Affari ben comprati i bancari, le ...

 
Altro

M'illumino di meno, luci spente al Palazzo dell'Informazione

Luci spente sulla facciata del Palazzo dell'Informazione. Questo il segnale - alle 18.00 in punto - dell'adesione del gruppo AdnKronos a 'M'illumino di Meno', iniziativa lanciata dalla trasmissione di Radio2 'Caterpillar' per la Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili

 
I tanti universi del Fuseum

Alla scoperta dell'arte

I tanti universi del Fuseum

In mezzo al verde e alla natura di Montemalbe, bella collina di Perugia, da una casa museo s’alza il richiamo di una nuova stagione. Quella casa è l’universo dei tanti ...

23.02.2018

Ritmo e adrenalina, c'è Caparezza

In concerto

Ritmo e adrenalina, c'è Caparezza

Qualcuno si ricorderà quella notte d’inverno di quattordici anni fa. Metà gennaio del 2004, giorno più giorno meno. A Perugia c’era ancora il Norman, e il più delle volte i ...

23.02.2018

Ultimo e Moro, passaggio in Umbria

Dal palco dell'Ariston

Ultimo e Moro, passaggio in Umbria

L’eco di Sanremo 2018 si fa sentire. Con l’arrivo di due big. Mercoledì 28 febbraio alle 17.30 il centro commerciale Quasar Village di Ellera di Corciano ospiterà il ...

23.02.2018