Sorrentino 'chiama' Monti: "Vorrei incontrasse la vera Assisi, quella che soffre"

Sorrentino 'chiama' Monti: "Vorrei incontrasse la vera Assisi, quella che soffre"

Il vescovo si rivolge al presidente del Consiglio, in visita alla città serafica: "La politica rifletta sulle responsabilità. Serve un programma carico di solidarietà". Schifani: "Crediamo nell'Italia". Il premier sulla tomba di San Francesco

16.12.2012 - 17:02

0

Il concerto di Natale è l'occasione. La città è quella di Assisi. Il presidente del Consiglio Mario Monti seguirà le note dirette da Ennio Morricone. E il vescovo Domenico Sorrentino auspica che la visita del premier "nel luogo della profezia di San Francesco, aiuti anche la politica a riflettere sulle sue responsabilità alla luce di grandi valori e dimenticando i calcoli elettorali", perché Monti, secondo il presule "è un uomo che sta facendo un lavoro non facile per la nostra Nazione. E merita tutta la nostra deferenza".
Ancora il vescovo Sorrentino, che getta lo sguardo oltre l'incontro di alte cariche e personalità rilevanti: "Mi piacerebbe che il faccia a faccia con Assisi andasse oltre, prendendo spunto anche da quell'altra Assisi che, con minor clamore, cerca di esprimere, nella sua vita ecclesiale e nel suo volto francescano, quel servizio agli ultimi che Francesco enunciò come il segreto della sua conversione. Il presidente Monti passerà, salendo a San Francesco, accanto all'istituto Serafico, fondato dal beato francescano Ludovico da Casoria, dedicato alla riabilitazione di gravi pluriminorati, i cui familiari qualche giorno fa mi confidavano tutta la loro angoscia nel dover prendere atto, pur nella consapevolezza dell'attuale congiuntura, del taglio dei fondi alla sanità".
Di nuovo il vescovo. E ancora a Monti: "Si ritroverà con un'Assisi che proprio ieri, in una relazione della nostra Caritas, ha mostrato quanto le fasce di povertà si allarghino e la vita si faccia sempre più, per tanti poveri, disoccupati e immigrati, insostenibile. Incontrerà una Assisi in cui, nel vasto territorio diocesano che la porta fino a Nocera e a Gualdo, migliaia di persone sono in situazione di angoscia per la crisi dell'azienda Antonio Merloni ed altre aziende, e chiedono anche al vescovo di farsi portavoce della loro disperazione. Io so che - prosegue il presule - , stringendo la mano a Monti, la stringerò a un uomo che, pur nel dovere di far quadrare i conti, lo fa con la sensibilità che egli stesso ebbe ad esprimere con le parole di un economista ora beato, Giuseppe Toniolo: 'Chi più può, più deve; chi meno può, più riceve'. Non so se Monti scenderà o non scenderà in campo nella prossima legislatura. Di questo non possiamo occuparci come Chiesa. Ci è lecito auspicare tuttavia che la classe politica, insieme con la Chiesa e l'intera società civile, si lasci coinvolgere dalle istanze evangeliche che il Poverello incarna - conclude monsignor Sorrentino - per una politica che dia speranza e un programma che sia caldo di solidarietà".

Riflessione e speranza Il messaggio è questo: ''Dobbiamo credere in questa grande Italia''. Le parole sono del presidente del Senato, Renato Schifani, prima della registrazione del concerto di Natale. "E' un messaggio di speranza e di fede. Dobbiamo credere in questa grande Italia. Siamo qui, ad Assisi, anche per riflettere attentamente e con fortissima spiritualità. E questa città è il centro della speranza e della riflessione".

La preghiera Al termine del concerto, il presidente del Consiglio, Mario Monti, e il presidente del Senato, Renato Schifani, si sono soffermati in raccoglimento davanti alla tomba di San Francesco, prima di ammirare la copia del Cantico delle creature. Il premier ha anche acceso una candela votiva. Con loro il custode del Sacro Convento, padre Giuseppe Piemontese che ha illustrato loro la tomba ricordando, tra l'altro, la presenza di una webcam che propone in tempo reale le immagini sul sito Sanfrancesco.org. Il presidente del Senato e quello del Consiglio hanno poi visitato la Cappella di San Nicola e gli affreschi di Giotto.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Previdenza: Pagliuca rieletto presidente della Cassa ragionieri

Previdenza: Pagliuca rieletto presidente della Cassa ragionieri

Milano (askanews) - Milanese, commercialista, già presidente dell'ordine di Milano, 52 anni: Luigi Pagliuca è stato confermato presidente del Consiglio di amministrazione della Cassa nazionale di previdenza dei ragionieri. E' il secondo mandato consecutivo; un primo giro di boa che consente un bilancio degli ultimi quattro anni di attività della Cassa, bilancio già promosso dall'unanimità ...

 
Altro

Cullinan, primo Suv Rolls sulle dune di Dubai

Nuovo test di prova per Cullinan. Il Primo Suv della storia del marchio Rolls-Royce si cimenta questa volte sulle dune di sabbia senza risparmiarsi, come mostrano i passaggi al limite ripresi nel video ufficiale. La Cullinan affronta la prova passando da una duna all'altra senza apparentemente soffrire della massa e delle dimensioni ragguardevoli: la piattaforma è infatti quella della nuova ...

 
Roma, rapina in 8 minuti:50mila euro nella gioielleria di Talenti

Roma, rapina in 8 minuti:50mila euro nella gioielleria di Talenti

Roma, (askanews) - Un 'colpo' del valore di circa 50mila euro, realizzato in 8 minuti e 36 secondi. Rapina nella gioielleria Gambacurta, in via Franco Sacchetti, a Roma, zona Talenti. E' avvenuta nella notte tra il 22 e il 23 aprile, nello storico esercizio commerciale. Come racconta Andrea Cesare Gambacurta, titolare della Gioielleria. "Stanotte, verso le 3.40, dei malviventi sono entrati nella ...

 
Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

L'intervista

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

Paolo Fresu e Giovanni Sollima, sardo il primo, siciliano l’altro. Due musicisti eclettici e virtuosi che su sollecitazione dell’Orchestra da camera di Perugia hanno ...

18.04.2018