Passera: "Al lavoro per evitare lo smantellamento dell'Ast Tk"

Passera: "Al lavoro per evitare lo smantellamento dell'Ast Tk"

Il ministro allo Sviluppo economico ad Assisi ha assicurato l'impegno del governo per il futuro delle Acciaierie Speciali Terni

07.10.2012 - 13:57

0

Passera: "Massimo impegno per l'Ast" "Stiamo lavorando per evitare lo smembramento della ThyssenKrupp Ast, affinché la città di Terni possa avere un futuro di sviluppo". Lo ha detto il ministro allo Sviluppo economico Corrado Passera al termine dell'incontro di Assisi. Si è concluso così il convegno "Dio questo sconosciuto" svoltosi nella città serafica. Una due giorni di intensi colloqui sul senso del dialogo tra credenti e non credenti, che nella giornata di venerdì ha visto il prezioso contributo del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Durante il suo intervento, il ministro Passera ha posto una particolare attenzione sull'organizzazione del welfare italiano, "un sistema valido, da non disperdere, che però va adattato ai cambiamenti dell'attuale periodo storico".
Sulla scia dell’invito di venerdì del presidente Napolitano ad inseguire il bene comune il ministro Passera ha affermato che “il bene comune è soprattutto la creazione di lavoro, oggi il problema più profondo della nostra società”. Dall’attuale stato di crisi e difficoltà socio-economica si può uscire, ha aggiunto il ministro, “misurarandoci su questo enorme disagio che va ben oltre la disoccupazione ufficiale e riguarda gli inoccupati e i sottoccupati, i cassintegrati e tutte quelle famiglie, tutte quelle comunità che hanno timore per il futuro perchè hanno un problema serio”.
L’intervento di Passera non poteva non toccare il gravoso problema della pressione fiscale. “Dobbiamo pensare – ha affermato - di ridurre la pressione fiscale per chi le tasse le paga. Una delle conseguenze dell'evasione è che il livello di imposizione diventa molto elevato proprio su quei cittadini che adempiono il proprio dovere''.  

Il cardinal Ravasi sull’evasione fiscale Duro il richiamo all’onestà e al dovere civile del cardinal Ravasi. “Una persona che evade il fisco e poi va in chiesa e fa l’offerta – ha detto – fa peccato”. Durante il confronto con il ministro allo Sviluppo il cardinale ha sottolineato in modo fine e puntuale il ruolo originario dei ministri. “Il termine ministro – ha spiegato - deriva dal latino minus, che indica pertanto un senso di dovere e di servizio alla gente”.

Ravasi: "Edizione straordinaria per ricchezza e partecipazione" Il Cortile dei Gentili diventa il cortile dei bambini. Anche i più piccoli protagonisti della due giorni organizzata per parlare del dialogo fra credenti e non credenti. E l'edizione assisana è destinata a restare nella storia "non solo per la molteplicità degli interventi – ma – come ha sottolineato il cardinal Ravasi – per la partecipazione e la ricchezza delle relazioni". E lo è stata, appunto, anche per lo spettacolo offerto dai bambini delle scuole primarie dell'Assisano che, accompagnati da insegnanti e genitori, hanno colorato il prato antistante la basilica di San Francesco.

Servizio completo nell'edizione del Corriere dell'Umbria
A cura di Marina Rosati

Notizie correlate:
Napolitano: "La società ha bisogno dello spirito di Assisi"

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Spreco alimentare genera 8% delle emissioni globali di gas serra

Spreco alimentare genera 8% delle emissioni globali di gas serra

Milano (askanews) - La lotta allo spreco alimentare ha cifre impressionanti a livello mondiale. Costituisce uno dei più grandi paradossi della società contemporanea. Eppure nonostante le dimensioni, non sempre c'è consapevolezza del problema. Quello che occorre è una nuova cultura rispetto alla produzione e al consumo di cibo, a tutte le latitudini del Pianeta. E in occasione della Giornata ...

 
Salvini-Di Maio, le nozze più pazze dell'anno
Senza suoceri e cognate

Salvini-Di Maio, le nozze più pazze dell'anno

Per 45 giorni il film andato in onda è sempre stato lo stesso. Lei dice a lui: "Sposiamoci". Lui dice a lei: "Sì, sposiamoci". E sembra fatta. Ma lei aggiunge: "però non voglio nè tuo padre nè tua sorella in chiesa e al ricevimento". Allora lui si inalbera: "se sposi me, sposi anche la mia famiglia". Nozze in crisi prima ancora di essere celebrate. Ci si sposa, non ci si sposa. Poi lei apre: "se ...

 
Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

L'intervista

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

Paolo Fresu e Giovanni Sollima, sardo il primo, siciliano l’altro. Due musicisti eclettici e virtuosi che su sollecitazione dell’Orchestra da camera di Perugia hanno ...

18.04.2018