Le quote rosa infiammano la politica

Le quote rosa infiammano la politica

Il sindaco Ricci accusa le parlamentari di "strumentalizzazione politica organizzata e volta a creare una campagna denigratoria e offensiva". Masciolini del Pd rincalza affermando che "non è credibile che la composizione della giunta va legata al numero delle preferenze ottenute"

11.07.2012 - 19:01

0

Le quote rosa continuano a monopolizzare la discussione politica, e mentre il sindaco Claudio Ricci parla di "clima persecutorio che ha effetti negativi su di me e sulle attività pubbliche comunali", il Pd gli chiede di "cogliere l'allarme circa l'immagine che la città sta dando di sé per l'incomprensibile atteggiamento del sindaco e della maggioranza".
"L'interpellanza parlamentare di alcune onorevoli donne, sincronizzata nel tempo con gli attacchi personali di alcuni quotidiani, confermano che il tema delle quote rosa ad Assisi è - sostiene Ricci - solo una strumentalizzazione politica organizzata e volta a creare una campagna denigratoria e offensiva. Unfatto gravissimo sul piano istituzionale, un clima persecutorio del quale, tramite lettera, abbiamo informato il ministro dell'Interno, il capo dello Stato, il presidente del consiglio dei ministri e ai capigruppo al Senato e alla Camera. Ringraziamo Laffranco per il sostegno delle nostre posizioni, ricordando alle parlamentari - conclude Ricci dopo aver ribadito che non esiste una legge sulle quote rosa - che sono state nominate dei partiti senza alcuna indicazione degli elettori, mentre tutti gli assessori della mia giunta hanno ottenuto i voti dei cittadini".
Masciolini, invece, oltre ad invitare il sindaco a tener conto dell'immagine di Assisi, definisce "non credibile il fatto che la composizione della giunta va legata al numero delle preferenze ottenute (se fosse così, lo stesso Ricci non sarebbe mai entrato nelle giunte Bartolini), così come risulta irricevibile la considerazione che nessuna delle donne potenziali aspiranti alla carica avesse l'esperienza e competenza amministrativa sufficiente a ricoprire tali funzioni. Il sindaco sgombri il campo dal sospetto che stia prendendo tempo e voglia salvaguardare gli equilibri della maggioranza, ed usi un maggiore rispetto e minor sarcasmo per le attività di chi, come il Pd, tutti i giorni svolge con determinazione e dedizione quelle funzioni di controllo, stimolo e d'alternativa che i cittadini gli hanno assegnato".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Referendum, Boccia: approccio in logica grande responsabilità

Referendum, Boccia: approccio in logica grande responsabilità

Capri (askanews) - Confindustria vede il referendum sulle autonomie in Lombardia e Veneto "in una logica di grande responsabilità. Ci sembra che i toni non siano come quelli in Spagna. C'è una grande idea di questione nazionale". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine del convegno dei giovani imprenditori. "Dobbiamo però avere una grande visione del Paese, dove ...

 
Bankitalia, Boccia: autonomia è un valore, non entro nel merito

Bankitalia, Boccia: autonomia è un valore, non entro nel merito

Capri (askanews) - Sulla vicenda Pd-Bankitalia "c'è un confronto molto serrato tra istituzioni. C'è una regola molto chiare da parte di chi deve fare le nomine. C'è un dibattito forte, una posizione di un grande partito del Paese. In questa vicenda non entriamo né nel merito né nel metodo". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine del convegno dei giovani ...

 
Bankitalia, Alfano: forze politiche hanno diritto a opinione

Bankitalia, Alfano: forze politiche hanno diritto a opinione

Capri (askanews) - "C'è solo da spettare la proposta del presidente del Consiglio Gentiloni e del ministro dell'Economia Padoan". Così il ministro degli Esteri e leader di Ap, Angelino Alfano, a margine del Convegno dei Giovani di Confindustria a Capri, ha risposto ai giornalisti sulla mozione del Pd sulla Banca d'Italia. Parlando della mozione, Alfano ha poi aggiunto: "Noi l'abbiamo votata e ...

 
Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Capri (askanews) - Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, boccia la proposta di doppia moneta lanciata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco del convegno dei giovani imprenditori. "No, non ci convince la doppia moneta - ha detto Boccia a margine del meeting degli under 40 di Confindustria - riteniamo che possa incrementare solo elementi inflattivi. La grande sfida del ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

"Il collegio 2"

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano, il quindicenne ternano che ha partecipato al reality di Raidue "Il collegio 2". Il ragazzo è arrivato all'ultima puntata, ma ...

18.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017