Partiti senza giustificazioni

25 luglio 2012

25.07.2012 - 19:21

0

Malgrado la tassazione, diretta e indiretta, abbia raggiunto anzi superato il limite insopportabile del 70% del reddito delle persone normali e malgrado il reclamizzato successo di Monti alla conferenza di Bruxelles che avrebbe costretto alla resa la cancelleria Merkell ed i suoi alleati, lo spettro del baratro economico si sta paurosamente avvicinando per l'Italia, in preda alla recessione più nera, alla devastante disoccupazione ed al divario, che ha superato la quota di 500 punti, tra i titoli del debito pubblico nostrano rispetto ai bonds tedeschi.
Questa situazione drammatica in parte è dovuta alla debolezza del governo Monti, i cui componenti non hanno saputo far di meglio che adottare, per far cassa, misure ragionieristiche a scapito delle classi più indifese, lasciando pressoché intatti i santuari di loro estrazione. Ma è dovuta in gran parte alla irresponsabilità dei politici che, con i loro veti incrociati, hanno impedito qualunque necessaria ma seria manovra di effettivo risanamento. I partiti politici attuali non si sono dimostrati strumenti di vera democrazia, ma consorterie egoistiche dedite alla prevalente tutela degli interessi di parte anziché a quelli generali dei cittadini.
Le riforme risanatrici e soprattutto quelle dirette ad eliminare gli sprechi della politica e del carrozzone istituzionale, sono state di fatto impedite od osteggiate oltre la resistenza del pavido governo Monti. Non si sono soppresse le migliaia di enti inutili, vero e proprio rifugio dei giubilati della politica e fonte di voragini nella spesa pubblica. Non si sono soppressi nel parlamento e negli enti locali, i gruppi politici che richiedono miliardi di spesa. Non si sono semplificate le costosissime procedure burocratiche che, per sperimentata esperienza, intralciano anziché facilitare, ogni proficua iniziativa delle imprese e dei cittadini. Non si sono tagliate le spese militari e soprattutto quelle contrarie allo spirito pacifico della nostra costituzione. Non si è attuata ancora la promessa di riforma istituzionale, grazie alla quale, mediante opera di necessaria e moderna semplificazione, si sarebbero potute risparmiare tante risorse da impiegare in modo più proficuo.
Non si è intrapresa una seria manovra contro gli sprechi, soprattutto nel campo dei farmaci, degli approvvigionamenti della pubblica amministrazione, delle consulenze ecc... Non si è compiutamente realizzata una lotta contro la corruzione, contro l'economia sommersa ed in particolare contro quella criminale, contro la speculazione selvaggia ecc...
Si può dire che il governo Monti è stato insediato da poco. Ma a distanza di nove mesi, tenendo conto della pressante emergenza, c'era da aspettarsi di più che l'adozione di soli pannicelli caldi. Quelli che non hanno giustificazione alcuna, se non di mera demagogia e di mero interesse di bottega, sono i partiti politici attuali che giustamente meritano la sfiducia di tutti i cittadini onesti, che vedono clamorosamente delusi le proprie aspettative.

Giorgio Casoli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

I Want to believe: tra Hirst e X-Files, l'arte di credere

I Want to believe: tra Hirst e X-Files, l'arte di credere

Milano (askanews) - "I Want to Believe" diceva il famoso manifesto della serie "X Files". Un messaggio che oggi è di estrema attualità anche nel campo dell'arte, come sta a dimostrare - guarda caso - la colossale mostra di Damien Hirst (anche lui probabilmente un alieno sospetterebbe l'agente Fox Mulder) allestita a Palazzo Grassi e Punta della Dogana a Venezia. Proprio sul "desiderio di credere" ...

 
Sisma Ischia, il salvataggio dei due fratellini: stanno bene

Sisma Ischia, il salvataggio dei due fratellini: stanno bene

Ischia (askanews) - Hanno passato tutta la notte e tutta la mattina sepolti sotto le macerie, ma ce l'hanno fatta: queste immagini dei Vigili del Fuoco mostrano il salvataggio dei due fratellini rimasti sepolti per ore sotto le macerie della loro casa di Ischia. Un terzo fratello, di soli 7 mesi, era stato salvato in mattinata, così come erano già in salvo il padre e la madre. Stanno tutti bene.

 
Trump e la "tomba degli imperi": gli Usa restano in Afghanistan

Trump e la "tomba degli imperi": gli Usa restano in Afghanistan

Fort Myer, Virginia, (askanews) - La tomba degli imperi getta la sua ombra minacciosa anche sugli Stati Uniti. La guerra iniziata in Afghanistan 16 anni fa, subito dopo gli attentati dell'11 settembre 2001, sembra diventata un rompicapo insolubile per la Casa bianca, di ieri come di oggi. 17 diversi comandanti statunitensi non sono venuti a capo di nulla davanti alla incrollabile resilienza ...

 
Alle falde del Kilimangiaro torna in Umbria

Bevagna

Alle falde del Kilimangiaro torna in Umbria

Sono iniziate questa mattina, martedì 22 agosto, le riprese a Bevagna della troupe di “Alle falde del Kilimangiaro”. Al programma televisivo della Rai il compito di ...

22.08.2017

Ecco Miss Umbria

La scelta

Ecco Miss Umbria

Venti principesse per un trono, quello di regina della bellezza umbra. Sarà incoronata lunedì sera 21 agosto, in piazza del Municipio a San Giustino, Miss Umbria 2017 che ...

21.08.2017

il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017