Tangentopoli e Ciaurro sconvolgono Terni

Tangentopoli e Ciaurro sconvolgono Terni

Il sostituto procuratore Zampi manda in galera gli uomini chiave di Psi e Pds. I moderati individuano nel ministro l'uomo su cui puntare

30.07.2013 - 16:00

0

Quella che poi sui giornali sarà chiamata la Tangentopoli rossoverde scoppia un pomeriggio dell'ottobre del 1992 quando agenti della squadra mobile guidati dal dirigente Piero Angeloni irrompono nello studio di un avvocato in pieno centro, Eraldo Bordoni, di area socialista, proprio mentre un imprenditore gli consegna trenta milioni di lire, prima rata di una presunta tangente di 132 milioni richiestagli, questa la denuncia dell'imprenditore che fa scattare la trappola, per vedere agevolate delle autorizzazioni per una lottizzazione a Toano.
Con Bordoni finisce in carcere anche il segretario amministrativo del Psi Alberto Marsiliani e indagato l'assessore comunale all'Urbanistica Stefano Sciannameo, ex Psdi da poco passato al Garofano. L'Italia è sconvolta da Tangentopoli, l'epicentro è Milano dove nel febbraio del 1992 il pool Mani pulite ha arrestato l'ingegnere Mario Chiesa, ma le scosse arrivano dappertutto. A Terni il giovane magistrato che mette sotto scopa il sistema dei partiti si chiama Carlo Maria Zampi.
L'indagine e gli arresti per le presunte mazzette su Toano hanno l'effetto di una bomba. Dopo un dibattito aspro in consiglio comunale si dimette la giunta, retta da Pds, Psi e Pri, che ha come sindaco il socialista Mario Todini. Si arriva a una nuova giunta Pds - Psi, Todini è ancora sindaco, vice il pidiessino Franco Giustinelli. Le indagini di Zampi si allargano a tutta un'altra serie di questioni, sempre legate a presunte tangenti, e mandano in carcere Antonio Cassetta, socialista, ex presidente della Carit, imprenditore alimentare ed ex presidente dell'industria metalmeccanica pubblica Bosco. Per mesi l'indagine tocca solo esponenti del Psi, con altre manette per amministratori pubblici, tra cui l'assessore regionale ai Trasporti Giampaolo Fatale, e con arresti anche di imprenditori e professionisti a questo partito legati.
Il Pds, principale partito di governo della città, è fuori e anzi la sua ala sinistra capeggiata da Maurizio Benvenuti e Vincenzo Acciacca vorrebbe andare ad elezioni anticipate per spazzare via l'alleato. Il siluro che affossa definitivamente quella tormentata consiliatura viene lanciato dal giudice Zampi il 16 gennaio del 1993 quando gli uomini della mobile salgono fino a Madonna di Campiglio, dove è in settimana bianca, per arrestare il sindaco socialista Mario Todini in relazione all'inchiesta sulla costruzione del parcheggio interrato di largo Manni. La giunta e con esso il consiglio cadono qualche giorno dopo e si va ad elezioni anticipate. Il vento sembra gonfiare le vele del Pds, fin qui intatto dall'inchiesta, ma a febbraio del '93 le manette cominciano a scattare in via Mazzini, sede del Pci che ora è diventato il Pds.
Va in carcere Spartaco Capitali, lo storico segretario amministrativo del partito; in carcere finisce anche un architetto famoso. La presunta mazzetta stavolta riguarda un palazzo costruito in area Peep. Sempre per quella vicenda finisce in carcere anche Maurizio Benvenuti, assessore ai lavori pubblici con Porrazzini e vice sindaco nella prima giunta Todini. L'ultimo arresto eccellente in casa ex comunista è quello di Roberto Piermatti, ex segretario provinciale del Pci e al momento del provvedimento assessore regionale. Appare a tutti evidente, al di là delle singole verità processuali e responsabilità personali,

A cura di Giuseppe Magroni

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Francia, in stato di fermo il miliardario Bolloré

Francia, in stato di fermo il miliardario Bolloré

Parigi, (askanews) - Il miliardario francese Vincent Bolloré è stato fermato a Nanterre per "corruzione di funzionari pubblici stranieri" in riferimento a due vicende a Lomé in Togo e a Conakry in Guinea. I magistrati sospettano che il leader del gruppo Bolloré abbia facilitato l'ascesa al potere di leader africani fornendo consulenze e servizi di comunicazione a prezzo inferiore al mercato. Lo ...

 
Salute

I 60 anni di Enterogermina, farmaco icona Made in Italy

Il probiotico italiano prodotto nello stabilimento Sanofi di Origgio (Varese) festeggia il suo sessantesimo compleanno in un momento di grande fermento per gli studi sul microbiota umano, la flora batterica intestinale. Mantenerla in equilibrio è fondamentale per il benessere dell’intero organismo

 
Cena glamour per Trump e Macron, le first lady rubano la scena

Cena glamour per Trump e Macron, le first lady rubano la scena

Mount Vernon (Virginia), (askanews) - Lo sfarzo di Mount Vernon, la dimora storica di George Washington in Virginia, una cena a base di agnolotti e sogliola di Dover, l'eleganza delle due first lady Melania e Brigitte - la prima in nero, la seconda in giallo - e soprattutto il feeling tra i due presidenti Donald Trump ed Emmanuel Macron. Due ore di convivio, durante le quali a rubare la scena ...

 
Altro

Attesa finita, tornano gli Avengers

Esce domani 25 aprile Avengers: Infinity War. Nuovo attesissimo film Marvel che arriva nelle sale in concomitanza con il decimo anniversario dei Marvel Studios. Il terzo capitolo degli Avengers e diciannovesimo sarà distribuito in circa 900 copie da The Walt Disney Company Italia. Gli Avengers si sono divisi in due fazioni durante la Guerra Civile, inoltre Hulk e Thor erano impegnati tra lo ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018