La testimonianza, ricordo ancora il dispiacere e l'emozione del signor Bruno

La testimonianza, ricordo ancora il dispiacere e l'emozione del signor Bruno

Giuliano Mancinelli del consiglio di fabbrica

04.06.2013 - 13:14

0

Ormai l’era Buitoni era finita. Lo avevano capito anche in fabbrica. In qualche modo l’auspicavano perché il peso delle finanze consumate, la mancanza di una prospettiva avevano creato un disagio aziendale che non c’era mai stato prima. Nel 1985 Giuliano Mancinelli conosceva benissimo l’ambiente, aveva coordinato il consiglio di fabbrica già nel ‘62.
“Ricordo chiaramente - racconta - l’incontro che ho fatto con De Benedetti al centro direzionale di Fontivegge. La crisi Buitoni era ormai evidente, soprattutto per il ramo pastifici. L’obiettivo di De Benedetti era di mettere insieme l’attività che sviluppavano Buitoni-Perugina con le aziende Sme (Motta, Alemagna), creando un gruppo multinazionale che facesse capo a Perugia.
La preoccupazione c’era ed era palpabile  ma nell’arrivo di De Benedetti tutti vedevano un’ancora di salvataggio anche se sul piano politico-istituzionale non tutti la pensavano così. Ricordo che facemmo anche un ottimo accordo aziendale che teneva insieme le aspettative dei dipendenti e gli interessi dell’azienda riguardo a garanzie occupazionali e rilancio aziendale con l’allora dirigente Angelo Barozzi - sottolinea ancora Mancinelli - nominato da De Benedetti che qui non conosceva nessuno.
Fu comunque un momento difficile ma di forti speranze. Ci fu anche una certa tensione tra i dipendenti, tra quelli di Perugia e quelli di Sansepolcro in questa fase molto complicata. Mi viene poi in mente - aggiunge Mancinelli - l’incontro avuto con Bruno Buitoni che mi annunciò della trattativa in corso con De Benedetti. Ricordo che era molto dispiaciuto ed emozionato.
Il progetto di De Benedetti non andò poi in porto perché c’erano antagonisti forti che in qualche modo bloccarono la sua espansione. Quando poi arrivò la Nestlé si aprì una nuova fase, altrettanto complicata, diversa: avevamo a che fare con una multinazionale, le trattative si andavano a fare in Svizzera. Ricordo le polemiche e le proteste per la bandiera svizzera che sventolava sopra la Perugina, per loro era normale, per noi niente affatto”.


Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

L'Italia tra i paesi più vecchi d'Europa
Istat

L'Italia tra i paesi più vecchi d'Europa

In Italia si vive a lungo, più a lungo che in molti altri paesi. Lo certifica anche l'Istat che conferma un'aspettativa di vita migliore rispetto ai nostri vicini europei. E' il calo della natalità che rivoluziona la demografia: in Italia la speranza di vita a 65 anni è pari a 18,9 anni per gli uomini e a 22,2 per le donne. Il dato, per entrambi i generi, supera di un anno la media europea, ...

 
In Veneto i nuovi sensori per il diabete distribuiti in farmacia

In Veneto i nuovi sensori per il diabete distribuiti in farmacia

Venezia, (askanews) - Monitorare il diabete senza pungersi le dita: il Veneto e' la prima regione italiana ad adottare la distribuzione, attraverso le farmacie, dei nuovi dispositivi per la glicemia. Nelle altre Regioni dove il sistema è rimborsato, i pazienti devono recarsi alla ASL o alla farmacia ospedaliera. In Veneto, la distribuzione degli strumenti di automonitoraggio della FreeStyle Libre ...

 
La nuova stagione del Teatro Massimo tra innovazione e curiosità

La nuova stagione del Teatro Massimo tra innovazione e curiosità

Roma, (askanews) - Saranno l'innovazione e la curiosità le due linee guida della stagione 2018 del Teatro Massimo di Palermo. Dieci opere, tre balletti e dodici concerti ad arricchire un cartellone che, in linea col successo degli ultimi anni di grande rilancio, offrirà ancora una volta agli appassionati di lirica e non solo la possibilità di godere e vivere a pieno il fascino del teatro più ...

 
Teatro Manzoni, riapre la stagione: sul palco tante stelle

Teatro Manzoni, riapre la stagione: sul palco tante stelle

Milano (askanews) - Una stagione ricca di novità, di grandi ritorni e di conferme molto attese. Il Teatro Manzoni di Milano ha lanciato la programmazione per il 2017 - 2018 con 238 aperture di sipario articolata su più cartelloni: Prosa, Cabaret, Manzoni Family, Manzoni Cultura e Manzoni Extra come racconta il direttore generale del teatro Alessandro Arnone. "Per la prosa sarà una stagione ...

 
Colin Firth diventa italiano

Concessa la cittadinanza

Colin Firth diventa italiano

Colin Andrew Firth ha ottenuto la cittadinanza italiana. Lo rende noto il ministero dell'Interno. Il famoso attore, premio Oscar per il film "Il discorso del re", ha sposato ...

22.09.2017

Sanremo: presenta Claudio Baglioni

Non solo direttore artistico

Sanremo: presenta Claudio Baglioni

Ormai per tutti era già una certezza, ma ora è ufficiale: Claudio Baglioni non sarà soltanto il direttore artistico di Sanremo 2018, ma anche il conduttore del festival che ...

22.09.2017

Federico Angelucci tra i protagonisti di "Tale e quale show"

Talento folignate alla ribalta

Federico Angelucci tra i protagonisti di "Tale e quale show"

Dodici personaggi del mondo dello spettacolo che si sanno battaglia in performance apparentemente impossibili, imitando in tutto e per tutto i big della musica nazionale e ...

20.09.2017