Festa dei Ceri: via ch'eccoli! Esplode la gioia di un popolo

L'Alzata quando mancano pochi minuti a mezzogiorno. Entusiasmo alle stelle per l’omaggio al Santo Patrono. Colpo di scena durante la corsa: San Giorgio cade in via Cairoli. Il sottosegretario Girlanda: "Rinnovare l'impegno per il riconoscimento in sede Unesco" 

03.06.2013 - 08:42

0

Emozione e tensione a non finire per la corsa dei Ceri segnata dal colpo di scena della caduta di San Giorgio in via Cairoli. Poi Sant'Ubaldo ha chiuso la porta per un soffio. Una grande festa di popolo documentata dal Corriere dell'Umbria del 16 maggio anche con un ampio servizio fotografico.

Ogni 15 maggio, come al solito la giornata è cominciata molto presto con la sveglia dei Tamburini ai Capitani e dei Capodieci. Protagonisti del 2013 sono i Capodieci Tiziano Palicca per il Cero di Sant’Ubaldo, Andrea Martiri per San Giorgio e Ubaldo Gini per Sant’Antonio e i Capitani, Gabriele Capannelli primo Capitano e Vitaliano Pannacci secondo Capitano, spetta a loro guidare la Festa, affiancati dall’Alfiere Gianni Cambiotti e dal trombettiere Marco Tasso. Parte integrante della giornata anche la visita al cimitero, la processione dei Santi e la sfilata dei ceraioli lungo le vie del centro storico sino ad arrivare in piazza Grande. 


Tutte le fasi
Dopo la consegna della chiavi della città da parte del sindaco al primo Capitano e la benedizione del vescovo, l’Alzata a una manciata di minuti dalle 12 ha preso il via. Il momento clou della mattina è arrivato accompagnato dal consueto suono del Campanone. Dopo le tre Birate in piazza Grande i Ceri si separeranno per proseguire per la Mostra attraverso le vie della città con il consueto saluto ai ceraioli anziani. Il pomeriggio preceduto dal pranzo dei ceraioli vola via con l'emozione crescente dell'attesa della Corsa.
La processione della statua di Sant'Ubaldo e l'Alzatella in via Savelli della Porta come al solito precedono l'avvio della Corsa alle 18. I Ceri attraverseranno velocissimi via Dante “Calata dei Neri”, corso Garibaldi e via Cairoli dove ci sarà la prima sosta, si ripartirà quindi con la “Calata dei Ferranti”, la piazza del mercato, San Martino e via dei Consoli. Ancora una sosta all’imbocco di piazza Grande, il fazzoletto bianco sventolato da Palazzo Pretorio darà il via alle tre Birate della sera accompagnate dall’inconfondibile suono del Campanone, i Ceri proseguiranno attraverso via XX Settembre per poi imboccare primo e secondo “Bughetto”, quindi l'ultima sosta alla porta di Sant’Ubaldo, prima di salire lungo gli stradoni del monte Ingino e raggiungere la basilica sul “Colle eletto” nella quale è custodito il corpo incorrotto del patrono. Una volta in basilica, placata l’irruenza della Corsa, l’abbraccio corale di un popolo ancora unito in “Olume della fede” in onore del santo.

Unesco "Sarà mia cura tornare sostenere al Ministero per i Beni e le Attività Culturali la necessità del riconoscimento della Festa dei Ceri di Gubbio quale patrimonio mondiale immateriale dell’Unesco, dopo l’inserimento della festa, già avvenuto nel marzo 2012, nella lista propositiva nazionale per il patrimonio mondiale culturale e naturale, che ha accolto la proposta di candidatura". E’ quanto ha dichiarato Rocco Girlanda, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, presente all'evento nella sua città natale prima di fare rientro a Roma.

Servizio fotografico a cura di Giancarlo Belfiore

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Economia

Bnl al Wired Next Fest 2018

Luigi Maccallini, responsabile Comunicazione retail Bnl, racconta il progetto Bnl Explorer per spiegare come gestire la complessità in cui siamo immersi.

 
A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

San Pietroburgo, (askanews) - Conoscere Eurasia ha creato un modello di capacità nel dialogo sul business anche in periodo di sanzioni. Ed è riuscita a coinvolgere due nomi importanti del business europeo a Mosca. Parla Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia: "Io non vorrei essere molto presuntuoso. Sia Philippe Pegorier che Frank Schauff sono nel nostro comitato organizzativo e ...

 
Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

San Pietroburgo (Russia), (askanews) - Si chiude oggi il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dopo giornate molto intense di incontri e una partecipazione internazionale per certi versi, sorprendente. La Russia di Vladimir Putin è apparsa tutt'altro che isolata. Parterre di altissimo profilo, a iniziare dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre al premier giapponese Shinzo Abe ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018