Gubbio, la furia di Fioriti: “Gara pessima, ora rischiamo i play out...”

Il rammarico di Bartolucci e Briganti: “Poca lucidità”. Il tecnico Sottil non parla, il presidente è furioso: “Siamo mancati in cattiveria, ogni volta che c’è da dare una svolta questa squadra stecca sempre”

26.03.2013 - 15:57

0

Il tecnico Sottil non parla e in sala stampa si presenta il presidente Marco Fioriti. Il suo sguardo fotografa appieno lo stato d'animo dell'ambiente eugubino: rabbia, delusione e preoccupazione, soprattutto in vista del trittico terribile contro Avellino, Nocerina e Latina. "Questa squadra ha dimostrato di nuovo che quando si tratta di dare una svolta stecca sempre - ha commentato - è stata una gara incolore, pessima, una sconfitta deva- stante per la classifica. Ora andiamo affrontare avversari sulla carta tecnicamente molto più forti di noi, da qui a un mese rischiamo seriamente di ritrovarci in zona play-out".

Il presidente entra nel dettaglio del match contro i marmiferi: "Loro hanno fatto la loro parte, disputando una partita poco più che modesta, il contri- buto più importante al risultato l'ha dato il Gubbio - ha affermato - abbiamo fatto tutto noi, non c'è da giustificare nessuno: il risultato si può definire giusto, anche se magari non ineccepibile considerando il rigore non fischiato a Bazzoffia. Siamo mancati nella cattiveria e nel carattere".
Sottil di nuovo in discussione?
"Adesso non ci sono le condizioni, sarebbe stato forse più logico agire nelle scorse settimane, ma i giocatori hanno dimostrato un legame for- te con l'allenatore - ha detto - è chiaro tuttavia come sia necessario un confronto per capire i motivi di questa incredibile alternanza di prestazioni".

Notizia integrale nel Corriere dell’Umbria del 25 marzo
A cura di Roberto Minelli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Ramallah (askanews) - Migliaia di palestinesi sono scesi in piazza a Ramallah, in Cisgiordania, una ventina di Km a nord di Gerusalemme, per protestare contro la scelta del presidente americano, Donald Trump di riconoscere proprio Gerusalemme come capitale dello Stato d'Israele, spostandovi da Tel Aviv la sede dell'ambasciata americana. Nel frattempo, Fatah, il movimento del presidente ...

 
Clima Gentiloni: possiamo fare di più e meglio

Clima Gentiloni: possiamo fare di più e meglio

Roma (askanews) - "L'ambiente è uno degli impegni fondamentali di cui c'è un estremo bisogno per questo deve esserci uno sforzo da parte di tutti. Possiamo fare di meglio. In questo anno di governo io ho cercato, a dispetto della mia biografia, di fare qualche sforzo ma dobbiamo fare di meglio e di più". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, intervenendo all'iniziativa dei ...

 
Festival di Sanremo 2018: ecco il cast di Baglioni

annuncio in diretta tv

Festival di Sanremo 2018: ecco il cast di Baglioni

L'attesa è finita. Sono stati annunciati in diretta su Rai1, nella notte di venerdì 15 dicembre, i nomi dei 20 big e delle 8 nuove proposte che gareggeranno nel 68esimo ...

16.12.2017

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017