Convention Pdl, prima Brunetta show e poi Berlusconi: "Equitalia? La modifichiamo"

L'ex ministro intervistato a Umbriafiere: "Monti? Un mostrino, ma noi di cavolate ne abbiamo fatte". Il Cavaliere: "Possiamo vincere, via l'Irap in tre anni"

18.02.2013 - 10:33

0

E' l'ex ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, il protagonista della più importante manifestazione del Pdl in Umbria per la campagna elettorale delle elezioni politiche. All'incontro erano presenti oltre 600 persone. Intervistato dai quattro direttori delle testate giornalistiche dell'Umbria, oltre all'Ansa, il relatore del Popolo della Libertà dell'ultima Legge di stabilità ha risposto a tutte le domande e incollato i circa 500 partecipanti alla sedie del centro congressi di Umbriafiere. Un esempio lo offre la vicenda Mps con l'ex ministro che sottolinea: "Stigmatizzo il linciaggio del cittadino Mussari".
Dopo l'intervento di apertura di Rocco Girlanda, coordinatore regionale del partito - che ha sottolineato il valore della rimonta della coalizione di centrodestra, fondata su "proposte concrete che interessano gli italiani e non vuote agende" - Brunetta è stato al centro del dibattito sul modello americano dell'"Uno contro tutti", che ha preceduto il collegamento telefonico da Arcore di Silvio Berlusconi. A tutti i partecipanti all'evento, a cui hanno presenziato tutti i vertici politici ed istituzionali del Pdl umbro, è stata regalata una copia del libro dell'ex Ministro, "Maledetto spread".

"Via l'Irap in tre anni e una nuova Equitalia" L'intervento dell'ex premier Berlusconi non ha deluso i presenti. L'esordio è un inno alla vittoria: "Possiamo farcela, ricordo ancora a memoria il dato delle europee in Umbria, il 35,27%". Poi si rivolge a Brunetta e recita l'equazione liberale. In sostanza, meno tasse e più economia. E' un Berlusconi arrembante, che cala l'asso delle nuove proposte. Una: "Equitalia? Abbiamo un progetto in 8 punti per modificarla. Deve cambiare funzionamento. perché il governo tecnico le ha imposto un comportamento sbagliato". Due: "L'Irap è un'imposta assassina, la toglieremo in tre anni".

L'intervento di Brunetta Il contatto telefonico con Arcore si chiude così. E il palco resta all'ex ministro Brunetta, che non recide le sue radici socialisti e rivendica: "la riforma della pubblica amministrazione è di sinistra, è per la gente. I ricchi i servizi sanitari e sociali se li devono pagare". Poi l'attacco a Napolitano, reo di essere "autoassolutorio nell'attaccare i partiti che criticano Monti". Spazio anche alle stilettate al Professore ("è un mostrino, lui e anche il suo governo") e alle fondazioni bancarie. Conclusione con un minimo di autocritica per l'ex ministro. Brunetta risponde così alla domanda del perché del calo di consensi del Pdl: "Di cavolate ne abbiamo fatte tante, ma tante. Ed è giusto che la gente ci abbia punito. Ma è anche giusto che quando proponiamo e facciamo cose buone la gente ci dia al consenso".

Servizio fotografico a cura di Giancarlo Belfiore

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sisma Ischia, Vigili del Fuoco: così abbiamo salvato i 3 fratelli

Sisma Ischia, Vigili del Fuoco: così abbiamo salvato i 3 fratelli

Ischia (askanews) - Un salvataggio lungo e difficoltoso. Luca Cari, responsabile della comunicazione emergenza dei Vigili del fuoco, racconta come sono stati estratti dalle macerie e riportati alla vita i tre fratellini sepolti per ore sotto la loro casa crollata dopo una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 a Ischia. "Il lavoro è lunghissimo si è trattato di rompere pezzo a pezzo il solaio di ...

 
Sisma Ischia, la rabbia dei residenti: additati come abusivi

Sisma Ischia, la rabbia dei residenti: additati come abusivi

Ischia (askanews) - Ad Ischia ci sono 600 case abusive con ordine definitivo di abbattimento e 27 mila pratiche di condono presentate in occasione di tre sanatorie nazionali. Una situazione, fotografata da Legmabiente, che ha aumentato gli effetti della scossa di magnitudo 4.0 sull'isola, insieme alla particolare struttura morfologica del territorio. Ma gli ischitani reagiscono con rabbia ad ...

 
"A Ciambra", i rom di Gioia Tauro nel film voluto da Scorsese

"A Ciambra", i rom di Gioia Tauro nel film voluto da Scorsese

Roma (askanews) - Martin Scorsese lo ha definito "bello e commovente": "A Ciambra" di Jonas Carpignano, nei cinema dal 31 agosto, è ambientato nel quartiere di Gioia Tauro dove vivono da circa trent'anni molte famiglie rom. Carpignano è entrato in contatto con una di loro, gli Amato, e li ha convinti a diventare protagonisti e interpreti del suo film. Al centro del racconto il giovane Pio e il ...

 
Sisma Ischia, il bimbo appena salvato: sono vivo, tranquilli

Sisma Ischia, il bimbo appena salvato: sono vivo, tranquilli

Ischia (askanews) - "Sono vivo, state tranquilli". Sono queste le prime parole di uno dei tre fratelli estratti vivi dalle macerie della loro casa a Ischia, come racconta Monica Impagliazzo, una anestesista-rianimatrice del Fatebenefratelli di Milano che ha assistito in prima persona al salvataggio di Ciro, il più grande dei tre. Era "un po' più indebolito, provato - ha raccontato - è quello che ...

 
Alle falde del Kilimangiaro torna in Umbria

Bevagna

Alle falde del Kilimangiaro torna in Umbria

Sono iniziate questa mattina, martedì 22 agosto, le riprese a Bevagna della troupe di “Alle falde del Kilimangiaro”. Al programma televisivo della Rai il compito di ...

22.08.2017

Ecco Miss Umbria

La scelta

Ecco Miss Umbria

Venti principesse per un trono, quello di regina della bellezza umbra. Sarà incoronata lunedì sera 21 agosto, in piazza del Municipio a San Giustino, Miss Umbria 2017 che ...

21.08.2017

il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017