Convention Pdl, prima Brunetta show e poi Berlusconi: "Equitalia? La modifichiamo"

L'ex ministro intervistato a Umbriafiere: "Monti? Un mostrino, ma noi di cavolate ne abbiamo fatte". Il Cavaliere: "Possiamo vincere, via l'Irap in tre anni"

18.02.2013 - 10:33

0

E' l'ex ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, il protagonista della più importante manifestazione del Pdl in Umbria per la campagna elettorale delle elezioni politiche. All'incontro erano presenti oltre 600 persone. Intervistato dai quattro direttori delle testate giornalistiche dell'Umbria, oltre all'Ansa, il relatore del Popolo della Libertà dell'ultima Legge di stabilità ha risposto a tutte le domande e incollato i circa 500 partecipanti alla sedie del centro congressi di Umbriafiere. Un esempio lo offre la vicenda Mps con l'ex ministro che sottolinea: "Stigmatizzo il linciaggio del cittadino Mussari".
Dopo l'intervento di apertura di Rocco Girlanda, coordinatore regionale del partito - che ha sottolineato il valore della rimonta della coalizione di centrodestra, fondata su "proposte concrete che interessano gli italiani e non vuote agende" - Brunetta è stato al centro del dibattito sul modello americano dell'"Uno contro tutti", che ha preceduto il collegamento telefonico da Arcore di Silvio Berlusconi. A tutti i partecipanti all'evento, a cui hanno presenziato tutti i vertici politici ed istituzionali del Pdl umbro, è stata regalata una copia del libro dell'ex Ministro, "Maledetto spread".

"Via l'Irap in tre anni e una nuova Equitalia" L'intervento dell'ex premier Berlusconi non ha deluso i presenti. L'esordio è un inno alla vittoria: "Possiamo farcela, ricordo ancora a memoria il dato delle europee in Umbria, il 35,27%". Poi si rivolge a Brunetta e recita l'equazione liberale. In sostanza, meno tasse e più economia. E' un Berlusconi arrembante, che cala l'asso delle nuove proposte. Una: "Equitalia? Abbiamo un progetto in 8 punti per modificarla. Deve cambiare funzionamento. perché il governo tecnico le ha imposto un comportamento sbagliato". Due: "L'Irap è un'imposta assassina, la toglieremo in tre anni".

L'intervento di Brunetta Il contatto telefonico con Arcore si chiude così. E il palco resta all'ex ministro Brunetta, che non recide le sue radici socialisti e rivendica: "la riforma della pubblica amministrazione è di sinistra, è per la gente. I ricchi i servizi sanitari e sociali se li devono pagare". Poi l'attacco a Napolitano, reo di essere "autoassolutorio nell'attaccare i partiti che criticano Monti". Spazio anche alle stilettate al Professore ("è un mostrino, lui e anche il suo governo") e alle fondazioni bancarie. Conclusione con un minimo di autocritica per l'ex ministro. Brunetta risponde così alla domanda del perché del calo di consensi del Pdl: "Di cavolate ne abbiamo fatte tante, ma tante. Ed è giusto che la gente ci abbia punito. Ma è anche giusto che quando proponiamo e facciamo cose buone la gente ci dia al consenso".

Servizio fotografico a cura di Giancarlo Belfiore

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Etna, la nuova eruzione del vulcano

Etna, la nuova eruzione del vulcano

Il vulcano si è risvegliato da alcune ore, come immortalano queste immagini pubblicate su Facebook da Boris Behncke. L'attività stromboliana del Nuovo Cratere di Sud Est, sta producendo anche due colate che si sono aperte sui fianchi del cono. Una frattura è stata rilevata sul lato sud del cratere e dà vita a una colata che si dirige verso i crateri 'Barbagallo' per poi proseguire in direzione ...

 
I 100 giorni di Trump, in Kentucky piena fiducia nel tycoon

I 100 giorni di Trump, in Kentucky piena fiducia nel tycoon

Georgetown (askanews) - Il Kentucky da 60 anni vota quasi sempre conservatore. E all'ultima corsa si è schierato in massa per Donald Trump. Hanno votato per lui l'81 per cento degli elettori, nella speranza che la grinta di Trump possa far rifiorire città come Beattyville dove da 30 anni sono sparite le industrie del petrolio, del tabacco e del carbone. Dopo i primi 100 giorni di governo la gente ...

 
La visita di Papa Francesco in Egitto: "Papa della pace"

La visita di Papa Francesco in Egitto: "Papa della pace"

Roma, (askanews) - Mega cartelloni annunciano in arabo e in inglese la visita di due giorni di Papa Francesco in Egitto: "Il Papa della pace nell'Egitto della Pace". Bergoglio parte il 28 aprile per il Cairo, dove ha in programma un incontro con il presidente Al-Sisi e, a seguire, con il grande imam Ahmad al-Tayyi alla moschea Al-Azhar, assieme al quale terrà una conferenza di pace internazionale....

 
Storie Di Vino: Boscaini festeggia i 50 anni del Campofiorin

Storie Di Vino: Boscaini festeggia i 50 anni del Campofiorin

Roma, (askanews) - Sandro Boscaini festeggia con orgoglio i 50 anni del rosso Campofiorin, e racconta ad Askanews la storia dell'azienda Masi Agricola, che nel 1772 diventa di proprietà della famiglia Boscaini. Poi si sofferma sui problemi della Brexit e degli Usa con le minacce di dazi doganali e dice di augurarsi di non avere grandi ripercussioni per un azienda presente in più di 100 paesi, e ...

 
Miss mamma italiana sul podio due umbre

Perugia

Miss mamma italiana sul podio due umbre

Due umbre alle prefinali in programma dal 22 al 25 giugno a Folgaria (Trento) del concorso nazionale di bellezza e simpatia Miss Mamma Italiana 2017, riservato a tutte le mamme ...