Ingroia al Corriere: "Grillo? Tace, è un super-ricco e strizza l'occhio agli evasori"

Il magistrato attacca duro il leader del Movimento 5 Stelle: "Lo sfido a sostenere pubblicamente la legge per la confisca dei patrimoni illeciti. Altrimenti è come Berlusconi". Poi fa il tutto esaurito alla Sala dei Notari di Perugia

18.02.2013 - 10:14

0

La polemica prima o poi arriva. Stavolta, però, assume i contorni di uno scontro. Così. "Tra il nostro programma e quello del Movimento 5 stelle ci sono diversi punti di contatto, ma Grillo strepita senza fare alcuna proposta concreta di Governo. Io lo sfido a dichiarare se è pronto a sostenere in Parlamento la legge Ingroia-La Torre sulla confisca dei patrimoni illeciti di mafie, evasione e corruzione e se condivide la nostra proposta di una imposta patrimoniale nei confronti dei super-ricchi".

L'attacco al Movimento 5 Stelle E qui arriva l'affondo: "Ho la sensazione che il silenzio di Grillo su questi temi dipende dal fatto che sia un super-ricco, e magari strizza l'occhio agli elettori di destra ed agli evasori fiscali, esattamente come Berlusconi". Parole pesanti che Antonio Ingroia, leader di Rivoluzione civile, affida al Corriere dell’Umbria durante la sua visita in redazione.
In sostanza, un strigliata in piena regola al “vertice” del Movimento 5 Stelle.

Pienone alla Sala dei Notari “Dovete avere coraggio”. Antonio Ingroia scalda con queste parole il popolo umbro di Rivoluzione civile, già “caloroso” di suo come dice lo stesso magistrato candidato premier. La sala dei Notari è piena in ogni ordine di posto e si contano anche decine e decine di simpatizzanti in piedi. Lui arriva con le sue 4 auto di scorta.
“Io non ho paura, questo il motto, e per questo la nostra colonna sonora è l’omina canzone di Fiorella Mannoia, che ringrazio”.

Il programma del magistrato Ingroia spazia a tutto campo, ma non lesina una ricetta per il rilancio del cuore verde. “Sicurezza e lavoro, ripartire dalla legalità, dalla lotta all’illegalità diffusa, e quindi far ripartire l’economia. Legalità non solo per difendere i diritti dei cittadini onesti, ma anche come motore della ripresa. E dunque del lavoro”. Centrale il tema della giustizia, non mancano stilettate a Napolitano, a Monti, naturalmente a Berlsconi. Ma anche a Sel e al Pd.
Al suo fianco i capilista di Camera e Senato, Flavio Lotti e Marco Gelmini, non mancano gli interventi di altri candidati e di esponenti della società civile. Scenografia con mappamondi e applicazioni dei problemi della Terra: guerre, questione palestinese, questione ambientale. Chiara la primogenitura dello stesso Lotti sulla visita umbra del magistrato: seguono pranzo al cva di Ammeto (Marsciano) – di marca Prc -, comizio in quel di Terni e visita serale ai frati di Assisi, città della pace.

Servizio fotografico a cura di Giancarlo Belfiore

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

A Strasburgo si gioca il futuro politico di Berlusconi

A Strasburgo si gioca il futuro politico di Berlusconi

Roma, (askanews) - A decidere il futuro di Silvio Berlusconi in politica sarà la corte Europea dei diritti umani, deliberando sul ricorso presentato dall'ex Cavaliere contro l'applicazione della legge Severino, che rende il leader di Forza Italia incandidabile. La sentenza della Grande Camera della Corte potrebbe arrivare anche mesi dopo l'unica udienza prevista, del 22 novembre. Ma è cruciale ...

 
Primo sciopero in 15 anni per dipendenti Carige: no agli esuberi

Primo sciopero in 15 anni per dipendenti Carige: no agli esuberi

Genova, (askanews) - Centinaia di lavoratori di Banca Carige sono scesi in piazza a Genova per protestare contro i mille esuberi annunciati dall'istituto di credito ligure che sta vivendo delle giornate particolarmente difficili in attesa dell'aumento di capitale da 560 milioni di euro che scatterà il 22 novembre. A confermare lo sciopero, il primo da 15 anni per i dipendenti Carige, è stata solo ...

 
Archibugi: "Gli sdraiati", rapporto padre figlio senza retorica

Archibugi: "Gli sdraiati", rapporto padre figlio senza retorica

Roma, (askanews) - C'è il rapporto complicato e conflittuale tra un padre e un figlio al centro del nuovo film di Francesca Archibugi "Gli sdraiati", tratto dal romanzo di Michele Serra, nei cinema dal 23 novembre. Claudio Bisio interpreta un giornalista di successo che vive e soprattutto cerca un dialogo con il figlio Tito, adolescente pigro e irriverente sempre circondato dalla sua banda di ...

 
Melissa e Cyrille, musica al femminile

Jazz Club Perugia

Melissa e Cyrille, musica al femminile

Melissa Aldana e Cyrille Aimée saranno concerti al femminile al Jazz Club Perugia. La sassofonista cilena, con il suo quartetto, suonerà nella Sala Raffaello dell’hotel ...

21.11.2017

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

L'esclusiva di "Chi"

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

Fabrizio Frizzi passeggia con accanto la moglie Carlotta e la figlia Stella. Ecco le prime foto pubblicate in esclusiva dal settimanale "Chi" dopo l'ischemia che ha colpito ...

21.11.2017

Don Matteo tra scene natalizie e cena col cast

Spoleto

Don Matteo tra scene natalizie e cena col cast

E’ gia atmosfera natalizia a Spoleto grazie a Don Matteo. Tra luminarie, giochi di luce e una grande slitta che ha fatto capolino lunedì 20 novembre in corso Garibaldi dove ...

20.11.2017