Bastia, spedizione punitiva alla gioielleria Finocchietti. Titolari pestati a sangue

La città piomba nell'incubo criminalità. Un mese fa i due proprietari del negozio si ribellarono a un rapinatore. Gli inquirenti non escludono la pista della vendetta

18.12.2012 - 08:37

0

Si chiude nell’incubo il 2012 dei coniugi Finocchietti, titolari dell’omonima gioielleria di Bastia Umbra situata nel centro commerciale “Il giramondo” di Villaggio XXV Aprile. A nemmeno un mese di distanza dal precedente tentativo di rapina, sventato dal titolare stesso che si era ribellato al ladro, la gioielleria è stata nuovamente presa di mira da due malviventi che ieri, in pieno giorno, hanno fatto irruzione e pestato i due coniugi. L’assalto al negozio, aperto nel periodo natalizio come un gran numero di esercizi commerciali della città, è scattato intorno a mezzogiorno.

La dinamica I due malviventi sono entrati a volto scoperto nell’esercizio, fingendosi clienti. Il resto della storia è un déja vu. L’epilogo, però, ben peggiore. Una volta dentro la gioielleria, uno dei due uomini ha estratto all’improvviso la pistola e, come un mese fa, il gioielliere ha reagito ribellandosi a quello che riteneva un altro tentativo di rapina, ingaggiando una colluttazione con il malvivente.

Pestati a sangue Stavolta, ad avere la peggio, sono stati però i coniugi, picchiati selvaggiamente con calci e pugni e poi colpiti alla testa e al volto con il calcio della pistola. Proprio come un mese fa, ma a parti invertite: allora, infatti, era stato il titolare a bloccare il rapinatore colpendolo alla testa con la pistola scacciacani che gli aveva sfilato di mano. Dopo l’aggressione i due malviventi sono fuggiti a piedi senza toccare nulla degli ori e dei preziosi esposti. I due coniugi sono stati soccorsi dal personale medico del 118 che ha trasportato la coppia al vicino ospedale di Assisi, dove sono stati ricoverati in stato di choc.

Caccia aperta Sul posto sono intervenuti carabinieri e polizia che hanno avviato accurate indagini per risalire all’identità dei due banditi in fuga. Un blitz anomalo e dalla violenza inaudita, quello di ieri, che assume gli inquietanti contorni di un pestaggio punitivo.

Notizia integrale nel Corriere dell’Umbria del 17 dicembre
A cura di Sara Caponi

NOTIZIE CORRELATE:
"Bastia, assalto a una gioielleria in pieno giorno: titolare pestato. L'ombra della vendetta"

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sonego diceva: fate belle storie, non quelle rotture di Antonioni

Sonego diceva: fate belle storie, non quelle rotture di Antonioni

Roma, (askanews) - Luca Barbareschi parla del suo incontro con Rodolfo Sonego (e lo imita), sceneggiatore italiano, tra i migliori artefici della commedia all'italiana, il cui nome resta legato a quello di Alberto Sordi. "Eravamo un gruppo attorno a lui, Sonego era meraviglioso perché non ha mai battuto a macchina neanche una riga - ha raccontato Barbareschi durante la presentazione del suo libro ...

 
Barbareschi si svela: mia madre scappò quando avevo 7 anni

Barbareschi si svela: mia madre scappò quando avevo 7 anni

Roma, (askanews) - Con la spudoratezza e l'ironia che lo contraddistinguono da sempre, Luca Barbareschi ha voluto raccontare la sua vita nel suo primo romanzo autobiografico "Cercando Segnali d'Amore nell'Universo" (Mondadori), un racconto che aveva già portato a teatro nell'omonimo spettacolo del 2016. Dedicato a quanti non hanno smesso di credere nei loro sogni, il libro è stato presentato al ...

 
Attacco Manchester, fiori, palloncini e ricordi per le vittime

Attacco Manchester, fiori, palloncini e ricordi per le vittime

Manchester (askanews) - Fiori e preghiere per ricordare le vittime dell'attentato a Manchester di lunedì sera al concerto di Ariana Grande. Un ragazzo di famiglia libica, ma nato in Gran Bretagna, Salman Abedi, sarebbe il kamikaze che ha seminato il panico alla Manchester Arena, uccidendo almeno 22 persone, tra cui molti bambini e teenagers, durante un concerto pop. Si susseguono le iniziative di ...

 
Trump atterrato a Roma, Melania veste di nero, Ivanka di bianco

Trump atterrato a Roma, Melania veste di nero, Ivanka di bianco

Roma, (askanews) - Accolto dal ministro degli Esteri Angelino Alfano, il presidente americano Donald Trump è atterrato con l'Air Force One verso le 18.30 a Fiumicino. Con lui la moglie Melania, che indossava una giacca scura con bordi ornati sui polsi, mentre la figlia Ivanka era vestita di bianco: la first lady e la first daughter hanno invertito i colori delle mise con cui erano atterrate in ...

 
Faber e le donne: l'amore, il dramma e la poesia

Perugia

Faber e le donne: l'amore, il dramma e la poesia

Gli ultimi, gli emarginati, i reietti: quell’umanità che si affolla e che allo stesso tempo vive la sofferenza come unica condizione esistenziale senza alcuna possibilità di ...

23.05.2017

Svelato il mistero del volto di Giulia Farnese

La mostra ai Musei Capitolini di Roma

Pintoricchio e il mistero del volto di Giulia Farnese

Ci sono un capolavoro ritrovato, un giallo risolto e diversi personaggi principali, tutti di prima grandezza, nella storia che racconta la mostra “Pintoricchio pittore dei ...

19.05.2017

Venticinque deejay per un revival in stile anni 80/90

Perugia

Venticinque deejay per un revival in stile anni 80/90

Serata speciale al bar Tender di Perugia. Sabato 20 maggio dalle 20 ci sarà "Perugia history deejays". Per l'occasione si potranno ascoltare musiche degli anni ...

18.05.2017