Ornaghi ammirato dalla cappella di San Nicola: "Continuerà l'impegno per Assisi"

Inaugurazione col ministro per i Beni culturali nella Basilica di San Francesco. Spunta un affascinante mistero sopra l'altare: forse è la firma di Giotto

08.12.2012 - 09:15

0

E' tornata a risplendere la Cappella di San Nicola della Basilica di San Francesco d'Assisi,  affrescata da Giotto, l'ultima restaurata dopo il sisma del '97. Ospite d'eccezione all'inaugurazione di oggi il ministro per i Beni e le attività culturali, Lorenzo Ornaghi, che ha confermato l'intenzione di continuare a mantenere alta l'attenzione nei confronti di Assisi e dei  francescani del Sacro Convento. 
La "mano" di Giotto, presente nella cappella di San Nicola, è stata riconosciuta da studiosi come Miklos Boskovits (1981),  Giorgio Bonsanti (1983) e Bruno Zanardi (2002), che indipendentemente hanno attribuito all'artista l'esecuzione del trittico sopra il monumento, alcuni busti di santi negli sguanci dei finestroni,  parte degli episodi di Deodato e la figura del Redentore sopra l'ingresso. Una importante scoperta è stata fatta nella fase del ritocco finale all'altezza del trittico sopra l'altare, dove è stato ritrovato una "firma" probabilmente riconducibile alle iniziali di Giotto. Sarà compito degli storici codificare la lettere.
"Noi francescani abbiamo fiducia nella Provvidenza. Proprio per questo rivolgiamo un appello perché chi ama l'arte e San Francesco affinché diventino, secondo la proprie possibilità, strumento della Provvidenza per aiutarci a custodire e trasmettere questo patrimonio inestimabile alle future generazioni'', ha detto padre Giuseppe Piemontese, custode del Sacro Convento di Assisi. Alla cerimonia inaugurale erano presenti, fra gli altri, l'arcivescovo di Perugia Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Umbra, Claudio Ricci, sindaco di Assisi, Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni Storici, artistici ed etnoantropologici dell'Umbria e Elvio Lunghi, docente di storia dell'arte dell'Università per Stranieri di Perugia.
Il lavoro di restauro è stato eseguito dalla ditta Tecnireco srl. del professore Sergio Fusetti e di Paolo Virilli, sotto l'alta sorveglianza della Sovrintendenza dei Beni Storici e Artistici dell'Umbria, grazie al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Fondazioni Generali e alla Tenstars. 

Servizio fotografico a cura di Mauro Berti 

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello
La giostra più difficile che mai

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello

Eccoli i signori dell'Anello! Ecco i cavalieri di Foligno alla Quintana del giugno 2018. Ecco il campione della regolarità, il cavaliere Pertinace che porta il Cassero al trionfo beffando Croce Bianca all'ultima manche. Ma ecco soprattutto la magia dello zoom al rallentatore nelle immagini girati dal Corriere dell'Umbria mentre i cavalieri infilzano e infilzano e infilzano (nove volte alla fine) ...

 
Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Valencia, (askanews) - L'odissea è finita: i 630 migranti a bordo delle navi Aquarius, Dattilo e Orione, hanno finalmente toccato terra, sbarcando a Valencia dopo 9 giorni di navigazione. Ma per loro si apre ora un grande interrogativo sul futuro. Dove potranno vivere? Cosa faranno ora? E soprattutto saranno rispediti nelle loro terre di origine? A quanto annunciato dal premier spagnolo Pedro ...

 
Altro

Borsa: europee chiudono in rosso, a Piazza Affari giù Snam e Poste

Le Borse europee archiviano in rosso la seduta odierna di scambi. I timori per un ulteriore inasprimento della guerra commerciale tra Usa e Cina sui dazi appesantisce i mercati del Vecchio continente che, sulla scia di Wall Street, chiudono con il segno meno, lasciando sul terreno perdite che oscillano tra lo 0,40% di Milano e l’1,36% di Francoforte.  Unica piazza in controtendenza è Londra, che ...

 
A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

Londra (askanews) - Esattamente a due anni di distanza dai Floating Piers del Lago d'Iseo, è stata svelata a Londra la nuova opera gigante dell'artista Christo: si chiama Mastaba. E' stata allestita nel lago Serpentine di Hyde Park a Londra. Si tratta di una struttura composta da 7.506 barili colorati che poggiano su una piattaforma di cubetti di plastica. L opera sarà visibile dal 19 giugno fino ...

 
Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Sfilata di moda in sala Podiani

Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Il 22 giugno alle 18.30 la Galleria Nazionale dell’Umbria accoglierà in sala Podiani la sfilata di moda a chiusura dell’anno scolastico dell’IID, l'Istituto italiano di ...

15.06.2018

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

festival della canzone italiana

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

Dopo un lungo corteggiamento, Claudio Baglioni ha accettato l’incarico di direttore artistico del Festival di Sanremo nel 2019. "Sono molto contento - ha commentato il ...

14.06.2018

Il grande ritorno, tutti i nomi di punta

L'Umbria che spacca

Il grande ritorno, tutti i nomi di punta

Torna L'Umbria che spacca. Concerti in tre palchi, uno per il talk, workshops food & beverage nostrano, performance di danza moderna e street-art, tutto in pieno centro ...

13.06.2018