Ornaghi ammirato dalla cappella di San Nicola: "Continuerà l'impegno per Assisi"

Inaugurazione col ministro per i Beni culturali nella Basilica di San Francesco. Spunta un affascinante mistero sopra l'altare: forse è la firma di Giotto

08.12.2012 - 09:15

0

E' tornata a risplendere la Cappella di San Nicola della Basilica di San Francesco d'Assisi,  affrescata da Giotto, l'ultima restaurata dopo il sisma del '97. Ospite d'eccezione all'inaugurazione di oggi il ministro per i Beni e le attività culturali, Lorenzo Ornaghi, che ha confermato l'intenzione di continuare a mantenere alta l'attenzione nei confronti di Assisi e dei  francescani del Sacro Convento. 
La "mano" di Giotto, presente nella cappella di San Nicola, è stata riconosciuta da studiosi come Miklos Boskovits (1981),  Giorgio Bonsanti (1983) e Bruno Zanardi (2002), che indipendentemente hanno attribuito all'artista l'esecuzione del trittico sopra il monumento, alcuni busti di santi negli sguanci dei finestroni,  parte degli episodi di Deodato e la figura del Redentore sopra l'ingresso. Una importante scoperta è stata fatta nella fase del ritocco finale all'altezza del trittico sopra l'altare, dove è stato ritrovato una "firma" probabilmente riconducibile alle iniziali di Giotto. Sarà compito degli storici codificare la lettere.
"Noi francescani abbiamo fiducia nella Provvidenza. Proprio per questo rivolgiamo un appello perché chi ama l'arte e San Francesco affinché diventino, secondo la proprie possibilità, strumento della Provvidenza per aiutarci a custodire e trasmettere questo patrimonio inestimabile alle future generazioni'', ha detto padre Giuseppe Piemontese, custode del Sacro Convento di Assisi. Alla cerimonia inaugurale erano presenti, fra gli altri, l'arcivescovo di Perugia Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Umbra, Claudio Ricci, sindaco di Assisi, Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni Storici, artistici ed etnoantropologici dell'Umbria e Elvio Lunghi, docente di storia dell'arte dell'Università per Stranieri di Perugia.
Il lavoro di restauro è stato eseguito dalla ditta Tecnireco srl. del professore Sergio Fusetti e di Paolo Virilli, sotto l'alta sorveglianza della Sovrintendenza dei Beni Storici e Artistici dell'Umbria, grazie al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Fondazioni Generali e alla Tenstars. 

Servizio fotografico a cura di Mauro Berti 

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

L'arresto per il delitto dei Parioli, due gambe in un cassonetto

L'arresto per il delitto dei Parioli, due gambe in un cassonetto

Roma, (askanews) - E' stato arrestato il presunto responsabile dell'omicidio di una donna a Roma; si tratta del fratello della vittima il cui cadavere fatto a pezzi era stato distribuito in vari cassonetti dei quartieri Parioli e Flaminio. I due abitavano assieme in un appartamento di via Guido Reni e avrebbero spesso litigato per questioni di soldi. La prima macabra scoperta è avvenuta la sera ...

 
Diana indimenticata icona di stile a 20 anni dalla morte

Diana indimenticata icona di stile a 20 anni dalla morte

Londra (askanews) - Ha cambiato il look alla monarchia inglese, ma non solo, è stata un'icona di eleganza e un simbolo del suo tempo. Vent'anni dopo la tragica morte di Lady Diana, il ricordo della "principessa del popolo" è ancora vivissimo. Per comprenderne meglio la figura a Londra è stata allestita a febbraio una mostra a Kensington Palace sulla sua personale concezione di stile. ...

 
La leonessa di Aleppo trasferita ha fatto un leoncino

La leonessa di Aleppo trasferita ha fatto un leoncino

Roma, (askanews) - Ha partorito un leoncino Dana, uno dei tredici animali dello zoo "Magic World" di Aleppo trasferiti dalla città semidistrutta a cura dell'associazione Four Paws. Dana si trova ora in una riserva vicino ad Amman, in Giordania, assieme agli altri animali trasferiti (altri quattro leoni, due tigri, due orsi neri asiatici, due iene e due cani). Poche ore dopo il trasferimento, il ...

 
Usa, rimosse statue sudiste a Baltimora, nessuna violenza

Usa, rimosse statue sudiste a Baltimora, nessuna violenza

Baltimora (askanews) - L'America ancora una volta divisa tra tolleranza e razzismo. Le statue dedicate ai principali protagonisti degli Stati Confederati d'America sono state velocemente rimosse dalle strade e dai parchi di Baltimora, in Maryland, pochi giorni dopo le violenze scoppiate nella vicina Virginia per la rimozione di monumenti simili. Le operazioni della polizia sono state seguite da ...

 
Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Gossip

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Laura Freddi sarà mamma all'età di 45 anni. Lo rivela il settimanale 'Chi', che nel numero in edicola da oggi pubblica le immagini della showgirl in dolce attesa. La diretta ...

16.08.2017

Al via il Festival Luci della Ribalta

Narni ospita il festival

Settima edizione

Al via il Festival Luci della Ribalta

Con il grande concerto inaugurale di lunedì 14 agosto, alle 21 e 30, nella splendida cornice della corte del palazzo comunale di Narni, prende ufficialmente il via il settimo ...

13.08.2017