1997-2012: a quindici anni dal sisma, completato il 99% degli interventi. Marini: "Una dura prova per tutti"

Undici le vittime, decine e decine di feriti, 76 comuni coinvolti, 33mila edifici danneggiati e oltre 22mila persone costrette a lasciare la propria abitazione FOTOGALLERY

27.09.2012 - 09:05

0

Quindici anni fa, il 26 settembre 1997, due forti scosse di terremoto ferirono l'Umbria. La prima in piena notte, alle 2.33 (magnitudo 5,8, epicentro Cesi); l'altra qualche ora più tardi, alle 11,42 (magnitudo 6,1, epicentro Annifo). Devastante il bilancio: undici vittime, decine e decine di feriti, 76 comuni coinvolti, 33mila edifici danneggiati e oltre 22mila persone costrette a lasciare la propria abitazione. Lo sciame sismico durò fino alla primavera del 1998 mettendo a dura prova gli umbri con ben mille scosse. A distanza di 15 anni, mentre nei centri principali colpiti dal terremoto si susseguono iniziative e manifestazioni per ricordare quel difficile periodo, la ricostruzione può dirsi praticamente conclusa. L'Umbria, protagonista di una rinascita a tempo di record e da tutti indicata come un esempio, ha potuto contare complessivamente su 5 miliardi e 300 milioni di euro.

L'intervento della presidente Marini La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, in occasione del quindicesimo anniversario del terremoto, rivolge innanzitutto il suo pensiero alle vittime, rinnovando "il cordoglio per quelle vittime, per i due frati,  Angelo Lapi e Zdzislaw Borowiec, ed i due tecnici della Sopraintendenza ai Beni culturali,  Bruno Brunacci e Claudio Bugiantella, che morirono nel drammatico crollo delle volte della Basilica di San Francesco ad Assisi". Per la presidente Marini, il terremoto rappresentò per l'Umbria una "dura ed impegnativa prova", in quanto – al di là del ridotto numero di vittime – alcune decine di migliaia di persone persero la loro casa, molti edifici pubblici e di culto rimasero inagibili, il sistema delle imprese locali subì danni diretti e indiretti: "In questi quindici anni – sottolinea - l'Umbria è stata ricostruita. Sicurezza, qualità e trasparenza sono stati i punti qualificanti della nostra opera di ricostruzione che ha anche rappresentato una occasione per definire e sperimentare un quadro normativo che ha introdotto significative innovazioni, grazie alle quali ogni intervento di ricostruzione ha potuto essere realizzato nel rispetto delle più moderne tecniche antisismiche".
Infine, in Umbria la ricostruzione ha significato un'occasione per elevare il livello della trasparenza nella pubblica amministrazione. "L'opera di ricostruzione – sottolinea la presidente Marini - ha visto l'impiego di ingenti risorse pubbliche che dovevano essere utilizzate nel modo più corretto e trasparente. Anche in questo abbiamo cercato di garantire il massimo del rigore nell'utilizzo dei fondi pubblici, ed abbiamo sperimentato pure l'innovativa pratica del Documento unico di regolarità contributiva, per  garantire quanto più possibile i lavoratori ed impedire allo stesso tempo alle imprese edili non in regola di accedere a contratti d'appalto per gli interventi di ricostruzione".
Nel pomeriggio di oggi la presidente Marini parteciperà  alle iniziative organizzate ad Assisi per ricordare l'anniversario del sisma, nell'ambito delle quali verrà conferita la cittadinanza onoraria ad Antonio Paolucci. "Voglio cogliere questa occasione per ringraziare ancora il professor Paolucci per l'opera svolta in qualità di Commissario straordinario per la ricostruzione della Basilica – conclude la presidente della Regione Umbria - e per aver dato via a quello che fu definito 'il cantiere dell'utopia', grazie al quale fu realizzato uno degli interventi più difficili e complessi di ricostruzione e recupero di un patrimonio inestimabile, come la Basilica di San Francesco e i suoi affreschi".  

 

Notizie correlate
Dopo 15 anni dal terremoto, l'Umbria ricorda le sue ferite

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Stunt-man? No stunt-woman: due donne piroettano su auto in corsa

Stunt-man? No stunt-woman: due donne piroettano su auto in corsa

Roma, (askanews) - Lanciarsi su un auto in corsa e fare piroette attaccandosi al finestrino del passeggero; oppure salire sul bordo del cofano aperto, il tutto mentre la macchina sta andando a tutta velocità oppure sta effettuando testacoda a ripetizione. Accade in Namibia e le protagoniste sono due giovani ragazze che, nelle loro esibizioni, radunano centinaia e centinaia di fan, curiosi e ...

 
Legge elettorale: Alfano, posizioni con Renzi molto distanti

Legge elettorale: Alfano, posizioni con Renzi molto distanti

Roma, (askanews) - Sulla legge elettorale e sulla data delle elezioni "le posizioni rimangono molto distanti" con Matteo Renzi: lo dice il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, parlando a Fabriano a margine dell'inaugurazione del nuovo laboratorio tecnologico di Elica, leader mondiale nel mercato delle cappe da cucina. "No, finora le posizioni rimangono molto distanti. Spero si possano ...

 
Festa dei Ceri di Gubbio sbarca in Pennsylvania, per Sant'Ubaldo

Festa dei Ceri di Gubbio sbarca in Pennsylvania, per Sant'Ubaldo

Roma, (askanews) - La Festa dei Ceri di Gubbio sbarca oltreoceano e arriva nella piccola cittadina di Jessup, in Pennsylvania, dove si è festeggiato il giorno di Sant'Ubaldo. Si è così svolta prima la festa dei ceri grandi e successivamente la corsa dei ceri piccoli, guidati dai ragazzini. Il tutto accompagnato dalle benedizioni e l'omaggio ai ceraioli che non ci sono più. Oltre 10mila turisti ...

 
Macron incontra Putin: rafforzare relazioni sulla Siria

Macron incontra Putin: rafforzare relazioni sulla Siria

Versailles (askanews) - La Siria è stato il tema centrale del primo incontro fra il neo presidente francese Emmanuel Macron e il presidente russo Vladimir Putin, in visita ufficiale in Francia. "Sulla Siria, ho ricordato quali sono le nostre priorità e credo che potremo lavorare insieme - ha detto Macron dopo l'incontro avvenuto a Versailles - La nostra priorità assoluta è la lotta al terrorismo ...

 
Da sinistra: gli attori Christopher Laesso, Dominic West, il direttore Ruben Ostlund, l'attrice Elisabeth Mosse  e gli attori Claes Bang e Terry Notary di "The Square" 

Da sinistra: gli attori Christopher Laesso, Dominic West, il direttore Ruben Ostlund, l'attrice Elisabeth Mosse  e gli attori Claes Bang e Terry Notary di "The Square" 

CINEMA

La Palma d'Oro di Cannes assegnata a "The square"

La Palma d’oro del Festival del cinema di Cannes 2017 va a "The square", film del regista svedese Ruben Östlund. L’annuncio è stato dato poco dopo le 20.30 di domenica 28 ...

28.05.2017

Musica e balli invadono il centro

L'EVENTO

Musica e balli invadono il centro

La musica fa tappa nel cuore di Perugia. Una musica che sa di Alviano, ma ormai conosciuta in altre regioni d’Italia e in diversi Paesi del mondo. Si tratta della musica di ...

27.05.2017

Vince cinquantamila euro ai "Soliti ignoti"

Bel colpo

Vince cinquantamila euro ai "Soliti ignoti"

Ha vinto cinquantamila euro ai "Soliti ignoti". Protagonista della bella prova Roberto Marinetti, giovane di Gubbio, che ha partecipato come concorrente alla puntata del ...

27.05.2017