Cerca

Sabato 10 Dicembre 2016 | 09:45

Gubbio

Bimbo nasce paralizzato
Cinque medici iscritti
nel registro degli indagati

Il fatto accaduto all'osepdale di Branca. La madre e il padre sono convinti che tutto sarebbe accaduto per un’errata manovra durante il parto che ha portato la lesione dei nervi e la paralisi del braccio

Bimbo nasce paralizzato
Cinque medici iscritti
nel registro degli indagati
Nel momento del parto qualcosa è andato storto. Capire ora se sia stata una fatalità o un errore umano lo deciderà solo la giustizia che deve, in questi casi più che mai, allontanare dubbi e incertezze. Cinque medici dell’ospedale di Branca sono iscritti nel registro degli indagati per lesioni gravissime permanenti. Un’iscrizione dovuta, nata all’indomani della drammatica denuncia della madre di un bimbo nato paralizzato a un braccio. Le due parti,davanti al gup Alberto Avenoso, dovranno portare prove e documenti della propria condotta e versione: da un lato la madre e il padre, assistiti dall’avvocato Paolo Panichi, convinti che tutto sarebbe accaduto per un’errata manovra durante il parto che ha portato la lesione dei nervi e la paralisi del braccio del piccolo che stava appena aprendo gli occhi. Una lesione permanente, dicono ora disperati, che condizionerà, nonostante gli interventi chirurgici, la vita e il futuro del bambino. Dall’altro i professionisti dell’équipe che assisteva al parto che ribadiscono l’assoluta correttezza del proprio operato e la propria professionalità.
Servizio completo sul Corriere dell'Umbria oggi (venerdì 15 novembre) in edicola

Più letti oggi

il punto
del direttore